Malte Reuscher vince sul Garda Trentino il 24° Trofeo Neirotti

Due prove di Slalom il bilancio finale, con un nulla di fatto di domenica per maltempo

Gilberto Neirotti, figlio di Paolo, da Masterchef alla cena per tutti i partecipanti alla prossima 25^ edizione del Trofeo?

Due regate di flotta della specialità slalom il bilancio finale del 24° Trofeo Neirotti, nonostante le previsioni del tempo pessime, che fortunatamente si sono verificate solo nella giornata di domenica, troppo fredda e ventosa per regatare in sicurezza. Il Circolo Surf Torbole e il Circolo Vela Arco, insieme per organizzare questa regata valida anche come 1^ tappa del Campionato Italiano Slalom, riconosciuto dall’AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) e dalla FIV, sono riusciti a sfruttare al meglio le condizioni avute sabato, in cui fortunatamente il tempo ha retto abbastanza e il vento da sud è riuscito ad entrare sul Garda Trentino, con intensità sufficiente per concludere due belle prove e tentando di partire anche per una terza, poi annullata per calo di vento. Novità di quest’anno è stata la scelta di fare una partenza di flotta tutti insieme, anziché dividere i partecipanti in batterie: per un periodo dell’anno in cui il vento termico può durare molto poco è stata la scelta più azzeccata per prendere tutto il vento possibile (questo tipo di regata necessità in partenza almeno 12 nodi). Per domenica le previsioni non promettevano nulla di buono: il freddo intenso con la neve scesa poco sopra Torbole e le raffiche molto violente che a centro lago hanno raggiunto oltre 50 nodi, non hanno garantito condizioni di sicurezza per disputare ulteriori regate e così alle ore 14:00 il Comitato di regata si è arreso a questo inizio maggio dalle caratteristiche invernali, accontentandosi comunque delle prime due gare svolte sabato e che hanno visto una bella battaglia sportiva.
Meritata vittoria dell’italo tedesco Malte Reuscher (Centro Velico Naregno), che con due primi si è imposto nella classifica generale con quasi 50 iscritti. A seguire, racchiusi in un solo punto, ben 4 atleti con un sorprendente Alessandro Comerlati secondo assoluto (2-5, Fraglia Vela Malcesine) e primo della categoria Master. E proprio Comerlati, tornato a regatare solo lo scorso anno dopo anni di inattività, iniziò le sue prime regate internazionali con la Garda Trentino Cup, manifestazione in cui nel 1995 Paolo Neirotti per un malore morì sul campo di regata, e che ogni anno si ricorda con il Trofeo a lui intitolato. Terzo assoluto, anche se in parità di punteggio con Comerlati, Riccardo Renna (3-4 Circolo Surf Torbole), primo della categoria Under 20. 
Un punto alle sue spalle Andrea Rosati (6-2, Anzio Sporting Yacht Club) con appaiato il vincitore della scorsa edizione Thomas Fauster (5-3, Circolo Surf Torbole), rispettivamente secondo e terzo categoria Master. Francesco Scagliola (Circolo Velico Scirocco) e Jacopo Renna hanno pagato nella prima prova una partenza anticipata, nonostante il sesto e l’ottavo della regata successiva. Sul podio under 20 secondo posto di Daniel Slijk e terzo di Feuer Sven. Stefano Valenti, primo Gran Master,  buon dodicesimo assoluto. La ceka Adela Raskova prima donna sia assoluta che Under 20, seguita dalle Italiane Anna Di Paola e Beatrice Dalrì, quest’ultima seconda under 20.
In occasione della premiazione ha presenziato il figlio di Paolo Neirotti, Gilberto, conosciuto dal pubblico televisivo appassionato di cucina per il suo recente secondo posto a MasterChef. I presidenti del Circolo Vela Arco e Circolo Surf Torbole Carlo Pompili e Armando Bronzetti gli hanno così strappato la promessa di mettere in pratica le proprie capacità culinarie in occasione della cena offerta a tutti i partecipanti per la prossima 25^ edizione: un bel modo per ricordare Paolo Neirotti insieme a tutti gli amici che anni fa regatavano con lui- e non solo, alcuni dei quali ancora in piena attività.
Photo: Andrea Mochen©
testo: Elena Giolai©CST

 

Sul Garda Trentino al via le regate di windsurf: si parte con il 24° Trofeo Neirotti

Circolo Surf Torbole e Circolo Vela Arco insieme per ricordare Paolo Neirotti – I 47 –

Dopo 24 anni tantissimi amici windsurfisti di Paolo Neirotti sono ancora sul Garda Trentino per planare veloci sull’acqua dolce del lago e ricordarlo in occasione del Trofeo a lui intitolato. Il Trofeo Neirotti, organizzato dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con il Circolo Vela Arco, torna nel week end del 4-5 maggio con delle previsioni meteo non proprio primaverili, ma quasi sicuramente ventose, così come spesso erano caratterizzate le Garda Trentino Cup, regate internazionali degli anni ’90 organizzate dal Circolo Vela Arco. Quella del 1995 fu fatale per Neirotti, che per un malore morì sul campo di regata. La manifestazione, giunta alla sua ventiquattresima edizione, è valida come prima di quattro tappe del Campionato Italiano Slalom, riconosciuto dall’AICW (Associazione Italiana Classi WIndsurf) e dalla FIV (Federazione Italiana Vela). Pre-iscritti una quarantina di partecipanti, tra cui gli atleti di Coppa del Mondo Andrea Rosati (Roma), il tedesco Malte Reuscher, il calabrese Francesco Scagliola e i portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini e Thomas Fauster, vincitore della scorsa edizione. Nella categoria femminile presenti alcune giovanissime riders Under 20. L’evento prevede regate di flotta (massimo 4 al giorno) e non “a tabellone” (con batterie ad eliminazione diretta).
Lo spirito di questo evento, che vede in regata i migliori atleti italiani della specialità slalom, sarà anzitutto quello di condividere la grande passione per il windsurf e per le regate, così come la trasmetteva il meticoloso Paolo.

Thomas Fauster conquista il 23° Neirotti

Thomas Fauster vince per il terzo anno consecutivo il Trofeo Neirotti
Jacopo e Sofia Renna rispettivamente vincitori under 20 M e F
Una quarantina di atleti hanno partecipato al 23° Trofeo Neirotti, regata di windsurf disciplina slalom organizzata dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con il Circolo Vela Arco. Il week end è stato poco generoso di vento, ma fortunatamente la levataccia di domenica mattina ha permesso la disputa di un tabellone completo e quindi una regata regolare portata a termine. Sabato e domenica pomeriggio l’intensità del vento da sud è sempre stata sotto gli 8 nodi, insufficienti per planare e svolgere il percorso tra le boe slalom in modo regolare. La costanza del Comitato di regata -sempre pronto a cogliere il momento in cui il vento sembrava salire – è stata premiata dunque solo domenica mattina in cui le raffiche hanno soffiato dai 9 ai 15 nodi.
La vittoria della 23^ edizione del Trofeo Neirotti è andata per la terza volta consecutiva ad un veterano delle regate sul Garda Trentino, il portacolori del Circolo Surf Torbole Thomas Fauster, che nella finale ha preceduto nell’ordine Marco Begalli (CV Scirocco) e l’atleta di casa Jacopo Renna, primo under 20. Tra i giovani U20 secondo posto di Davide Fabbi (YC Parma) e Sven Feuer (CS Torbole). Vittoria di Massimiliano Brunetti nella categoria Master. Premiata anche Sofia Renna come prima femmina under 20. Da segnalare il ritorno alle regate dopo moltissimi anni di inattività di Alessandro Comerlati, talento degli anni 90, che ha chiuso ad un sorprendente settimo posto finale.
Per la prima volta della storia hanno partecipato all’evento anche alcuni atleti portatori di protesi e disabili fisici, che grazie alla collaborazione tra Corri sull’acqua-Adaptive Windsurf, AICW, Federazione Italiana vela e Circolo Surf Torbole hanno potuto essere in acqua e in regata insieme agli altri atleti che solitamente frequentano il Garda Trentino. Un passo importante che potrà sicuramente accrescere l’impegno di tutti verso l’inclusione di nuovi appassionati windsurfisti disabili fisici nelle regate.
Le attività del Circolo Surf Torbole proseguono ora soprattutto tra allenamenti e trasferte delle squadre agonistiche, mentre il clou della stagione dei grandi eventi organizzati dal nostro circolo che  quest’anno festeggia i 40 anni di attività, sarà a fine giugno ed inizio luglio con la RRD One Hour Classic (per la prima volta aperta a categoria foil) e i Mondiali giovanili e master slalom.

testo: Elena Giolai©CST

RASSEGNA STAMPA

Giornale della Vela >>

Gazzetta dello Sport-Vento e Vele >>

WindNews >>

Italia Vela >>

4 Windsurf >>

RIW >>

Al Trofeo Neirotti la 1^ Action 4 amputees-Adaptive Windsurf Cup

Domenica al Circolo Surf Torbole il 23° Trofeo Neirotti, regata slalom in collaborazione con il Circolo Vela Arco, con abbinata la “Action 4 amputees-Adaptive Windsurf Cup”, per la prima volta atleti disabili/amputati,  in regata sul Garda Trentino per la prima  tappa dell’Italian Slalom Tour

Il 19 e 20 maggio al Circolo Surf Torbole – con la collaborazione del Circolo Vela Arco – si svolgerà il 23° Trofeo Neirotti, regata di windsurf specialità slalom in ricordo dell’atleta Paolo Neirotti, ITA 47, che per un malore morì nel 1995 durante la “Garda Trentino Cup”. Un evento che raduna i tanti amici surfisti, che in questa due giorni si divertiranno a gareggiare con gli slalom, mantenendo viva la grande passione e professionalità dello stesso Neirotti, che tante regate fece sull’Alto Garda. Ma la grande novità di quest’anno è che nella giornata di domenica la manifestazione accoglierà tra i propri ospiti regatanti anche gli amici di Action 4 Amputees, progetto sociale ideato da Francesco Favettini: in occasione dello stesso Trofeo Neirotti si disputeranno nella giornata di domenica regate con classifica a sè “adaptive windsurf”. Come già succede in tantissimi altri sport, anche il windsurf può essere infatti praticato con grande determinazione e coraggio da atleti disabili, che non rinunciano alle emozioni date dall’acqua, dalle planate, dalla velocità che offre il windsurf.  Grazie alla FIV – Federazione Italiana Vela e AICW (Associazione italiana classi windsurf) le persone con disabilità, naturalmente con il livello tecnico necessario, per la prima volta nella storia del windsurf, potranno partecipare all’Italian Slalom Tour iniziando proprio dal 23° Trofeo Paolo Neirotti, evento che quest’anno ha sicuramente un valore aggiunto.

[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”]

“Per l’apprendimento facilitato della disciplinaspiega Francesco Favettini abbiamo dotato le nostre tavole del nuovo dispositivo IDo Innovation che consente alla vela di non cadere in acqua facilitando l’apprendimento per chi ha problemi di equilibrio. Inoltre metteremo a disposizione delle nuove protesi, appositamente studiate per l’attività sportiva e più stabili e comode rispetto alle normali e la nuova versione del più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo, che portato al polso come orologio, è riutilizzabile e può dispiegare in soli due secondi un cuscino autogonfiante capace di offrire 57 Newton di galleggiabilità aggiuntiva e mantenere a galla una persona di 130 Kg, un aiuto decisivo in caso di difficoltà. Con queste prerogative sempre più persone disabili potranno avvicinarsi anche al windsurf, potendo un giorno anche regatare così come faranno domenica 20 maggio alcuni degli atleti più esperti, che potranno realizzare un sogno: primi tra tutti Antonino Lo Baido e Dario Ingravallo, che non vedono l’ora di sfidarsi in boa nelle acque gardesane in mezzo a tanti famosi atleti”.

[/mk_blockquote]

 

[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”]

“Un’altra sfida per il Circolo Surf Torbole, che domenica affiancherà gli amici di Action 4 Amputees in questo progetto sociale che avvicina i disabili al windsurf, realtà che sembrava impossibile fino a qualche anno fa – ha commentato alla vigilia il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti – Siamo molto contenti di essere i primi ad accogliere qui sul Garda, patria del windsurf, un evento inclusivo al Trofeo Neirotti, che coinvolga tra gli atleti abituali, chi sta superando difficoltà che sembravano insormontabili. Un bel messaggio per tutti noi”. 

[/mk_blockquote]

Pronti per il Trofeo Neirotti #23

Nel week end al Circolo Surf Torbole il 23° Trofeo Neirotti, regata slalom in collaborazione con il Circolo Vela Arco

Domenica  “Action 4 amputees-Adaptive Windsurf Cup”, per la prima volta atleti disabili/amputati,  in regata sul Garda Trentino durante lo stesso Trofeo Neirotti, valevole come  tappa dell’Italian Slalom Tour

Il 19 e 20 maggio al Circolo Surf Torbole – con la collaborazione del Circolo Vela Arco – si svolgerà il 23° Trofeo Neirotti, regata di windsurf specialità slalom in ricordo dell’atleta Paolo Neirotti, ITA 47, che per un malore morì nel 1995 durante la “Garda Trentino Cup”. Un evento che raduna i tanti amici surfisti, che in questa due giorni si divertiranno a gareggiare con gli slalom, mantenendo viva la grande passione e professionalità dello stesso Neirotti, che tante regate fece sull’Alto Garda. Ma la grande novità di quest’anno è che nella giornata di domenica la manifestazione accoglierà tra i propri ospiti regatanti anche gli amici di Action 4 Amputees, progetto sociale ideato da Francesco Favettini: in occasione dello stesso Trofeo Neirotti si disputeranno nella giornata di domenica regate con classifica a sè “adaptive windsurf”. Come già succede in tantissimi altri sport, anche il windsurf può essere infatti praticato con grande determinazione e coraggio da atleti disabili, che non rinunciano alle emozioni date dall’acqua, dalle planate, dalla velocità che offre il windsurf.  Grazie alla FIV – Federazione Italiana Vela e AICW (Associazione italiana classi windsurf) le persone con disabilità, naturalmente con il livello tecnico necessario, per la prima volta nella storia del windsurf, potranno partecipare all’Italian Slalom Tour iniziando proprio dal 23° Trofeo Paolo Neirotti, evento che quest’anno ha sicuramente un valore aggiunto.

[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”]

“Per l’apprendimento facilitato della disciplinaspiega Francesco Favettini abbiamo dotato le nostre tavole del nuovo dispositivo IDo Innovation che consente alla vela di non cadere in acqua facilitando l’apprendimento per chi ha problemi di equilibrio. Inoltre metteremo a disposizione delle nuove protesi, appositamente studiate per l’attività sportiva e più stabili e comode rispetto alle normali e la nuova versione del più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo, che portato al polso come orologio, è riutilizzabile e può dispiegare in soli due secondi un cuscino autogonfiante capace di offrire 57 Newton di galleggiabilità aggiuntiva e mantenere a galla una persona di 130 Kg, un aiuto decisivo in caso di difficoltà. Con queste prerogative sempre più persone disabili potranno avvicinarsi anche al windsurf, potendo un giorno anche regatare così come faranno domenica 20 maggio alcuni degli atleti più esperti, che potranno realizzare un sogno: primi tra tutti Antonino Lo Baido e Dario Ingravallo, che non vedono l’ora di sfidarsi in boa nelle acque gardesane in mezzo a tanti famosi atleti”.

[/mk_blockquote]

 

[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”]

“Un’altra sfida per il Circolo Surf Torbole, che domenica affiancherà gli amici di Action 4 Amputees in questo progetto sociale che avvicina i disabili al windsurf, realtà che sembrava impossibile fino a qualche anno fa – ha commentato alla vigilia il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti – Siamo molto contenti di essere i primi ad accogliere qui sul Garda, patria del windsurf, un evento inclusivo al Trofeo Neirotti, che coinvolga tra gli atleti abituali, chi sta superando difficoltà che sembravano insormontabili. Un bel messaggio per tutti noi”. 

[/mk_blockquote]

RASSEGNA STAMPA

RIW MAG >>

PRESSMARE >>

ITALIA VELA >>