RRD ONE HOUR CLASSIC & FOIL DA RICORDARE!

Bruno Martini stravince lo slalom della RRD One Hour Classic e riconquista il trofeo in memoria di Alberto Menegatti; alla turca Erdil la vittoria femminile
 
Nella terza giornata Andrea Ferin vince e abbatte il record della regata FOIL
Per la prima volta della One Hour Classic si è regatato in tutti e tre i giorni della manifestazione inventata 30 anni fa nel regno del windsurf, Torbole sul Garda
 
Nago-Torbole – En plein alla RRD One Hour Classic, la regina delle regate di windsurf slalom sul Garda Trentino con la sua storia di 30 anni e la sua formula inventata al Circolo Surf Torbole con l’originale idea di percorrere in 1 ora il maggior numero di lati, da una sponda all’altra del lago. Programma pieno dunque con tre regate slalom e tre foil, disputate nelle tre giornate in programma: non era mai successo in tutti questi anni, anche perchè il regolamento slalom permette partenze valide solamente con condizioni di vento superiori agli 11 nodi in partenza, che devono rimanere costanti lungo tutto il percorso.
Un’edizione quindi che rimarrà negli annali del Circolo Surf Torbole per le eccezionali condizioni di vento avute nei tre giorni di regata, per il numero di sessioni svolte, per il tris di vittorie nello slalom con margini netti sugli avversari del portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini; per il record realizzato da Andrea Ferin (AW Marina Julia, Monfalcone) nella nuova disciplina foil (con speciali pinne/appendici, che permettono alle tavole di alzarsi dall’acqua, dando la sensazione di volare). La manifestazione, che ha festeggiato la trentesima edizione in concomitanza con il 25esimo di RRD, ha avuto come focus non solo le regate, ma anche un insieme di eventi collaterali, che hanno riempito totalmente le giornate e le serate dei concorrenti e dei loro familiari. Dopo la cena di gala del primo giorno, sabato è stata la volta del party organizzato da Surf Planet per festeggiare i 25 anni RRD per poi proseguire con “OHC party on the beach”, la festa con musica sul prato del Circolo Surf Torbole, momento sempre apprezzatissimo dai giovani e non solo. 
 
E se l’edizione 2018 è stata caratterizzata dal record frantumato da Bruno Martini, quella di quest’anno è stata la sua regata slalom per eccellenza dato che nei tre giorni di One Hour ha sempre vinto nella versione classica con tavole slalom, sfiorando pure il record mancato per soli 37” nella prova di sabato. Bruno, oltre ad imporsi in tutte le tre sessioni, ha impressionato per i distacchi dati agli avversari, che sono stati spesso di almeno mezzo lato (2,285 Km tra una boa e l’altra) nei confronti degli immediati inseguitori. Sabato, giornata in cui si è avvicinato maggiormente al record di 19 lati compiuti in 1h00’ 31” nel 2018, l’atleta del Circolo Surf Torbole ha fermato il cronometro infatti solamente 37” dopo, compiendo in poco più di 1 ora 46,725 Km. La velocità massima invece è stata registrata dal secondo classificato, Malte Reuscher (Centro Velico Naregno), con 32,37 nodi, pari a 60 Km/h. Dati che quest’anno si sono potuti registrare, grazie alla dotazione GPS Metasail, che è stato fornito a tutti i concorrenti, novità di questa edizione. Terzo classificato Andrea Ferin (AW Marina Julia, Monfalcone), con 18 lati in 1h 04’ 30”.
Nella categoria femminile Lena Erdil, la forte campionessa turca regatante in Coppa del Mondo, non ha avuto rivali di categoria, vincendo con 16 lati in 1h 06’ 24” e conquistando l’ottimo 23° posto assoluto sui circa 100 iscritti. Seconda femminile la giovane promessa, figlia d’arte, Sofia Renna, che si è ben difesa anche con la tavola slalom, nonostante regati abitualmente nella classe giovanile FIV Techno 293. Sofia ha inoltre vinto nella categoria femminile youth, seguita da Anna Biagiolini (AW Marina Julia)
Nella categoria “youth” machile doppietta del Circolo Surf Torbole con Alessandro Iotti e Federico Benamati, rispettivamente primo e secondo. Terzo il ceko Sadilek.
 
REGATA FOIL: ANDREA FERIN VINCE CON RECORD
 
Molto più combattuta la regata foil, in cui nei primi due giorni si è imposto ancora Bruno Martini, ma con meno distacchi nei confronti degli avversari. Ma nella terza giornata di gare la classifica provvisoria è stata ribaltata: Andrea Ferin si è riscattato dalle rotture avute nei primi due giorni a boma e straps, non solo vincendo, ma battendo addirittura il record, fissato in 17 lati in 1h00’23” e quindi spodestando Matteo Iachino, che lo scorso anno aveva registrato 15 lati percorsi in 1h 00’ 29”. Secondo anche nel foil Malte Reuscher (17 lati in 1h 02’ 58”), mentre Bruno Martini ha concluso terzo, dato che nell’ultima giornata la performance dei primi due è stata migliore. Bravissima anche la russa Gurko Irina, prima femmina ben preparata in questa nuova disciplina, che sta riscuotendo sempre più successo nel mondo del windsurf e kite. Primo youth l’olandese Luuc Van Opzeeland, quarto assoluto.
E’ stato anche premiato il più giovane partecipante nello slalom che è stato Federico Turetta (12 anni) e la più giovane nel foil, la russa Melana Krisenko, decisamente all’avanguardia.
 
“E’ stata un’edizione impegnativa, ma sicuramente indimenticabile – ha commentato il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti – mai il vento ci aveva assistito come in questi tre giorni; mai un’interruzione per calo di vento, sempre regate partite puntuali nell’ora decisa, fattore assai difficile da realizzare nelle regate slalom che richiedono un’intensità minima di vento. Una RRD One Hour sicuramente speciale in cui è stato sfiorato il record slalom per una manciata di secondi ed è stato abbattuto quello foil. La formula di regata rimane divertente e l’organizzazione di altri eventi a terra, fa della RRD One Hour Classic uno degli appuntamenti del mondo del windsurf, più attesi dell’estate qui sul Garda Trentino. Sport, musica, feste, cene, agonismo fanno della regata e di tutti eventi che organizza il Circolo Surf Torbole un appuntamento in cui vale la pena esserci per vivere emozioni sempre impagabili. Tra 10 giorni (8-13 luglio) saremo nuovamente impegnati nellorganizzazione di una regata, questa volta esclusivamente rivolta ai giovani con il Trofeo Nazionale Classe T-293 e la Coppa Italia RS:X, appuntamenti che daranno vita alla “Torbole 293 Italian week. Ringrazio tutto lo staff del Circolo per limpegno, lenergia, la professionalità dimostrata in queste giornate e naturalmente sono felice che il nostro atleta Bruno Martini abbia rivinto il Trofeo dedicato ad Alberto Menegatti, un senso di continuità per il nostro circolo che si impegna con i giovani.
 
testo: Elena Giolai©CST
PHOTO CREDIT: Andrea Mochen©
 

Day 2 RRD ONE HOUR CLASSIC 2019

Bruno Martini sfiora il record e rifà il bis tra slalom e foil nel secondo giorno della RRD One Hour Classic
 
Toccati quasi i 60 Km/h da Malte Reuscher
Questa edizione della RRD One Hour Classic con la seconda giornata appena conclusa si sta delineando come una delle più belle di sempre (ben 30 edizioni nella storia della regata), dato che nei primi due giorni si sono avute sul Garda Trentino condizioni stupende con sole e vento medio-forte costante su tutta la parte nord del lago, da una sponda all’altra: condizione ideale per il windsurf, ma soprattutto per la RRD One Hour Classic che si svolge con tavole slalom, da una sponda e l’altra del lago (est e ovest), per la durata di un’ora. I “buchi di vento” che spesso avevano fatto annullare qualche prova negli anni addietro sono stati in questi due giorni solo un ricordo. Le raffiche, soprattutto nella boa sotto ponale, sono sempre state superiori ai 14 nodi e facilmente si sono avvicinate ai 18 e oltre.
Dal punto di vista agonistico anche oggi è stata la giornata di Bruno Martini, l’atleta del Circolo Surf Torbole, che ha migliorato la propria performance del primo giorno, arrivando vicinissimo al nuovo record. E’ stata anche la giornata in cui si sono registrate le punte massime di velocità, rilevate grazie al sistema di tracciamento GPS adotttato quest’anno dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con Metasail, azienda che ha elaborato un software apposta per la regata: la velocità massima raggiunta oggi è stata registrata da Malte Reuscher, che ha toccato quasi i 60 Km/h con 32,37 nodi. Bruno Martini, che oggi si è migliorato percorrendo 19 lati in 1 h 01’ 14”, contro i 18 lati percorsi venerdi in 1h 3’ 46” ha raggiunto il picco di 31,39 nodi, ma evidentemente ha mantenuto una media più alta e costante dato che ha vinto con grande distacco. Appena completata l’ora di gara sembrava quasi che avesse potuto battere il suo stesso record fatto lo scorso anno, ma per una manciata di secondi rimane migliore quello del 2018: domenica sarà l’ultima possibilità di batterlo con la terza ed ultima prova della RRD ONE HOUR CLASSIC 2019. Alle spalle di Martini, nella classifica provvisoria, ci sono tutti atleti che regatano in Coppa del Mondo: secondo Malte Reuscher (18 lati in 1h02’48”), terzo Andrea Ferin (AV Marina Julia, Monfalcone), quarto un miglioratissimo Enio Dal Pont, quinto il croato Mratovic. Tra le donne fortissima l’atleta turca già in Coppa del Mondo Lena Erdil ventitreesima assoluta con 16 lati percorsi in 1h 06’24”. Oggi ha gareggiato anche l’altro atleta beniamino e campione del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna, primo Youth della classifica provvisoria e diciannovesimo assoluto.
A metà pomeriggio si è ripetuta anche la sessione foil dell’RRD One Hour Classic, che ha rivisto vincitore Bruno Martini, dopo una bella lotta con sorpassi, cadute e ancora sorpassi tra lo stesso Martini, Malte Reuscher, Andrea Ferin, finiti rispettivamente nell’ordine della classifica foil.
Oltre alla parte agonistica la RRD One Hour Classic è anche un momento per condividere emozioni, amicizie, organizzare momenti di festa e altri momenti in cui c’è commozione: nella mattinata, prima dello skipper’s meeting e dell’uscita in acqua, c’è stata come già successo lo scorso anno la commemorazione di Alberto Menegatti insieme alla sua famiglia e a tutti i regatanti e soci del Circolo Surf Torbole presenti. Con la visione di un bellissimo video che ha ripercorso la sua carriera sportiva, e accompagnato dalle parole del presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti insieme a quelle del presidente dell’AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) Carlo Cottafavi, si è ricordato Alberto, spiritualmente sempre presente tra i tantissimi amici surfisti. Sul palco è stato esposto il Trofeo a lui intitolato, assegnato al vincitore della RRD One Hour Classic, che vedrà ogni anno la propria “firma” incisa sul Trofeo.
Dopo il party in spiaggia di sabato sera le gare si concluderanno domenica con la terza sessione di RRD One Hour Classic 2019, che si riconferma una formula di regata originale e sempre molto divertente e avvincente, sia nella versione slalom, che in quella foil, adottata dallo scorso anno.

Pronti per il Campionato Nazionale Giovanile Slalom

Il week end dell’8-9 giugno tornano le regate al Circolo Surf Torbole con i giovani dello slalom protagonisti assoluti al Campionato Nazionale Giovanile Slalom, nella nuova formula FireRace 120. Previsto anche un raduno tecnico

Per la prima volta tracciamento GPS in una regata di windsurf slalom

Il week end scorso fenomenale prestazione del portacolori del Circolo Surf Torbole Andrea Cucchi, quinto in Francia alla Defi Wind, la più numerosa regata slalom al mondo con quasi 1200 concorrenti su un’unica linea di partenza

Il Campionato Giovanile FIV Slalom 2019 prende il via da Torbole, con la prima delle quattro tappe, che assegneranno a settembre i titoli giovanili di disciplina per le categorie under 15, 17 e under 20. Dopo il riconoscimento avvenuto dalla Federvela lo scorso anno (che segue la scelta della Federazione francese), il progetto giovanile slalom si consolida, cercando di coinvolgere sempre più ragazzi che magari lasciano per limiti di età l’attività agonistica Techno 293 e trovano nel monotipo RRD FireRace 120 una valida alternativa, dai costi contenuti e ora addirittura aggiornato con l’introduzione della “foil box” al fine di renderla utilizzabile anche con l’hydrofoil. In collaborazione con l’AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) sarà una tre giorni importante anche dal punto di vista tecnico e didattico, considerato il contemporaneo raduno promosso dalla classe, insieme ad RRD, storico partner del Circolo Surf Torbole, che aiuterà i partecipanti a scoprire le peculiarità delle attrezzature proposte con un accenno al Windfoil, oltre che a conoscere il programma di regate 2019 e altri dettagli fondamentali per un approccio positivo alla disciplina. Il Circolo Surf Torbole schiererà alcuni dei suoi atleti, che hanno l’oportunità di avere “in casa” un evento così importante.

Non mancheranno le novità, così come il Circolo Surf Torbole cerca sempre nuove tendenze e proposte: per la prima volta in Italia in una regata di windsurf SLALOM sarà possibile avere il tracciamento di ogni concorrente grazie al tracking GPS on line MetaSail Live Tracking. Un test che potrebbe poi espandersi ad altri eventi e prezioso strumento tecnologico anche per i Comitati di regata, che già nella meno veloce vela, trovano un pratico aiuto per verificare casi particolarmente complicati, passaggi in boa o ordini di arrivo. Anche in questo caso il Circolo Surf Torbole guarda avanti, offrendo tra i suoi servizi anche questo strumento, utile da più punti di vista, non per ultimo quello della sicurezza.

“Stiamo cercando di trovare validi supporti anche per le regate in cui la velocità è tutto, ma non solo; dobbiamo verificare se anche con i range del windsurf il GPS e il relativo tracciamento garantisce, oltre che un buon sistema per seguire le regate dal proprio device, un valido supporto al Comitato di Regata, che in alcuni eventi – vedi l’RRD One Hour Classic di fine mese, può essere determinante per il controllo del percorso, giri di boa effettuati, ecc. L’occasione dunque di applicarli al Campionato nazionale Giovanile di questo week end è preziosa per avere un feed back tecnico e informatico e poter valutare nuove frontiere ancora più complesse dal punto di vista della gestione del software – ha commentato il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti.

Ancora una volta dunque “largo ai giovani” per una tre giorni di sport, tecnologia, sguardo al futuro, così come ci ha da sempre abituato la disciplina del windsurf, tra le più avanzate in termini di ricerca e sviluppo per tavole, vele, pinne, attrezzature. Il Circolo Surf Torbole è sempre pronto ad accogliere nuovi stimoli, nuove proposte, nuove applicazioni per rimanere il punto di riferimento internazionale così come la storia dimostra da oltre 40 anni.

Intanto uno degli ex giovanissimi del circolo- Andrea Cucchi, surfista e imprenditore di fama internazionale del settore vele, ha compiuto la bella impresa di concludere al quinto posto assoluto la Defi wind, la gara più incredibile al mondo con quasi 1200 concorrenti (1176 nel 2019) su un’unica linea di partenza. Uno spettacolo unico da vedere nelle due prove da 40 Km l’una, ma soprattutto per chi ci partecipa e, come Cucchi, riesce a mettere dietro centinaia di regatanti tra cui il pluricampione del mondo Bjorn Dunkerbeck, giunto alle sue spalle.

Dettagli: https://www.circolosurftorbole.com/it/eventi/eventi-2019/campionato-nazionale-giovanile-slalom/

Aperte le iscrizioni alla RRD One Hour Classic & Foil 2019

La One Hour Classic compie 30 anni: aperte le pre-iscrizioni della regata di windsurf più originale e storica della penisola, organizzata dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con RRD, che a sua volta festeggia 25 anni di attività

Da battere il nuovo record conquistato nel 2018 dal portacolori dello stesso Circolo Surf Torbole Bruno Martini, che lo scorso anno ha letteralmente polverizzato il precedente primato compiendo 1 lato in più. Sempre più interesse e partecipazione per la versione foil

L’appuntamento è dal 28 al 30 giugno per una tre giorni dall’alto tasso adrenalinico

Nago-Torbole: Con le prime giornate dalle temperature quasi primaverili sul Garda Trentino – patria del windsurf e della vela – si comincia a pensare a tavole e vele, per poter tornare in acqua il  prima possibile e poter così godere delle condizioni sempre meravigliose che l’alto lago di Garda offre. Ed è dunque tempo di pensare alla nuova stagione, anche dal punto di vista dei maggiori appuntamenti agonistici, che si distinguono per diversi fattori, così come la RRD One Hour Classic e la RRD One Hour Foil: tecnica, potenza, tanto divertimento, confronto con atleti di fama internazionale, sfida contro il tempo e soprattutto quell’adrenalina, che ti offre la “caccia di un record”.

La regata organizzata dal Circolo Surf Torbole, che nel 2019 – dal 28 dal 30 giugno – festeggerà i 30 anni dalla primissima edizione, mantiene ancora molto vivo lo spirito con cui è nata, offrendo ad ogni edizione qualche emozione in più. Certo, in questa edizione non sarà facile ripetere l’impresa compiuta lo scorso anno con addirittura i primi 5 atleti della classifica generale, capaci di battere il record precedente appartenuto al Campionissimo Matteo Iachino; una combinazione di fattori, che ha proclamato l’edizione 2018 davvero epica con vento forte, onda non troppo formata e la scelta dei materiali da parte degli atleti, che ha poi fatto la differenza. La nuova sfida giocata su un’ora di navigazione a tutta velocità tra due boe piazzate sulla sponda est ed ovest dell’Alto Lago di Garda è ora quella di superare i 19 lati, che l’atleta trentino Bruno Martini ha percorso in 1h 00’31”, planando ad una media di oltre 50 Km/h. Il primo protagonista di questa nuova sfida sarà sicuramente lo stesso Bruno Martini, che sfiderà il proprio record con determinazione e grande preparazione.

A fine giugno si ripresenteranno sempre di più e sempre più preparati anche quei riders, che dalla scorsa edizione possono partecipare alla RRD One Hour Foil, nuova regata per la disciplina, che sta riscuotendo sempre più successo soprattutto in presenza di vento leggero, comunque sufficiente per far prendere “il volo”, permettendo alle tavole dotate di foil di sollevarsi dall’acqua. Una formula che risponde alle nuove tendenze sia del mercato, che agonistiche e che sicuramente nel 2019 vedrà un forte incremento in termini di partecipazione. “Sarà un’edizione sicuramente speciale – ha dichiarato il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti – che cercherà di rendere indimenticabile una manifestazione che quest’anno vede la coincidenza dei 30 anni della regata e i 25 anni di RRD, azienda leader del settore che con grande impegno partecipa alla vita e alle iniziative del Circolo Surf Torbole”.

testo: Elena Giolai@CSTorbole

Iscrizioni RRD One Hour Classic – Windsurf & Foil Coast to Coast

Con marzo iniziano una serie di attività e proposte, che onoreranno i 40 anni del Circolo Surf Torbole durante tutta la stagione 2018

Dal 10 marzo aperte le iscrizioni alla RRD One Hour Classic e  per la prima volta alla RRD One Hour Foil 2018, la regata che a quasi 30 anni dalla sua invenzione si evolve per rimanere al passo con le nuove tecnologie del mondo del windsurf (e della vela in genere). Dal 29 giugno al 1° luglio, oltre alla classica Long Distance Slalom della durata di 1 ora tra due boe al traverso, apertura alla categoria foil, con partenza separata. A seguire (2-7 luglio) il Campionato del Mondo IFCA (International Funboard Class Association) Junior, Youth e Master: due eventi internazionali consecutivi che concentreranno a Torbole i migliori riders del momento

Tra una nevicata, qualche giorno all’insegna del glaciale Burian (che non ha comunque fermato gli allenamenti della squadra agonistica) e timidi tentativi di aria primaverile che ogni tanto cerca di farsi sentire sul Garda Trentino, i programmi delle attività del Circolo Surf Torbole sono ormai ben chiare e pronte per essere attuate con l’entusiasmo di sempre. Il primo segnale che l’intensa stagione agonistica è alle porte è il via ufficiale – sabato 10 marzo dalle ore 18 – alle iscrizioni on line della RRD One Hour, regata nata a fine anni 80 in un momento in cui “esplodevano” nuove formule di regata, da sempre manifestazione di punta del Circolo Surf Torbole. La formula è quella di raggiungere in 1 ora il maggior numero di lati attorno a due boe posizionate ai lati opposti del lago (est e ovest) al traverso del vento. Dal 2015 il detentore del record è il campione del mondo slalom PWA 2016 Matteo Iachino ITA-140, che ha abbassato di ulteriori 55″ il precedente record,  appartenuto al compianto atleta del Circolo Surf Torbole Alberto Menegatti. Oggi la sfida è quella di superare i 18 lati in 1 ora, 4’ e 5”. Ma la novità di quest’anno, a quasi 30 anni dalla sua invenzione, è quella dell’estensione alla categoria foil, a dimostrazione che il circolo valorizza la sua storia, riproponendola in chiave moderna con l’evoluzione tecnica del windsurf, che da un paio di stagioni, così come nella vela (vedi alcune classi olimpiche e Coppa America), ha come focus il foil. Sarà così possibile partecipare alla RRD One Hour Classic, alla nuova proposta RRD One Hour Foil o ad entrambe! Ad ognuno la propria planata o il proprio volo!

ARMANDO BRONZETTI, Presidente Circolo Surf Torbole: “Con marzo inizia a tutti gli effetti la stagione operativa 2018 del Circolo Surf Torbole: sono partiti gli allenamenti e le prime trasferte della squadra agonistica del circolo allenata da Dario Pasta; la voglia di ritornare in acqua da parte di tanti appassionati soci è tanta e con questo fine settimana si sono aperte le iscrizioni on line alla RRD One Hour, regata che rappresenta la storia del Circolo Surf Torbole, ma anche il suo spirito moderno, quello cioè di seguire le nuove tendenze e rispondere alle esigenze dei regatanti e del mercato: quest’anno, a quasi 30 anni dalla sua invenzione,  estendiamo la regata anche ai Windsurf Foil, che dovrebbero oltretutto permettere di regatare in condizioni di vento più leggero rispetto alle tavole Slalom standard. Dopo un paio d’anni di sperimentazioni il foil ormai è una realtà affermata e noi, come Circolo Surf Torbole, non possiamo che essere tra i primi ad organizzare un evento per chi si è evoluto in questo senso. La sfida è aperta per raggiungere nuovi traguardi e nuovi record insieme a tutto lo staff, ai soci e agli atleti del Circolo Surf Torbole!”

testi elenagiolai©CST