Argento olimpico! Immenso Nicolò!

Il Circolo Surf Torbole, per la prima volta presente alle Olimpiadi con un proprio atleta, centra subito l’obbiettivo con una medaglia d’argento conquistata nelle tavole a vela da un immenso Nicolò Renna

Buenos Aires, Argentina – Quale miglior modo di festeggiare i 40 anni di attività del Circolo Surf Torbole addirittura con una medaglia d’argento olimpica conquistata da Nicolò Renna, dopo una stagione a dir poco fantastica. Sostenuto dalla famiglia e dal grande Vasco Renna, pioniere del windsurf, ma anche continuamente impegnato a sostenere il movimento del windsurf giovanile durante la sua lunga evoluzione, Nicolò ha centrato quell’obbiettivo che non si fermava certo nella partecipazione olimpica, ma – ora possiamo dirlo – nella conquista di una medaglia. Con l’allenatore del circolo surf Torbole Dario Pasta e naturalmente il tecnico federale Mauro Covre, il sogno si è avverato e il Garda Trentino si può finalmente fregiare di una medaglia olimpica giovanile in quella disciplina, la tavola a vela, che ha reso così famoso l’alto Garda e Torbole in particolare. Una medaglia olimpica che è giovanile (terze olimpiadi youth della storia) e per questo forse ancor più importante, perchè ripaga dei sacrifici che i tanti circoli del lago di Garda e della XIV Zona FIV – e in particolare il Circolo Surf Torbole – fanno per i giovani; quei giovani che spesso, nelle olimpiadi senior, non rappresentano più alcuna società federale perchè la realtà delle ultime edizioni è a favore dei gruppi sportivi militari, annullando di fatto la partecipazione dei circoli FIV, che tanto investono nelle attività di base e giovanili.

Grande festa dunque anzitutto nella famiglia Renna, che alla vigilia delle Olimpiadi di Buenos Aires stava già vivendo in una favola sportiva, dato che anche Sofia ha vinto il viaggio in Argentina, grazie alla vittoria con la squadra trentina ai giochi di efficienza motoria al Trofeo CONI Kinder + Sport. Ma la favola si è di giorno in giorno ingrandita fino a diventare realtà nel momento in cui quella medaglia sudata dal bravissimo e costante Nicolò è stata addentata, così come si fa nelle massime manifestazioni sportive. Nicolò ha combattuto come un leone contro il greco Kalpogiannakis (degno erede dell’oro olimpico sempre nelle tavole Niko Kaklamanakis) che non ha mail mollato; addirittura nelle ultime quattro prove prima della finalissima non scartabile è stata una sorta di match race dato che i due leader della classifica generale si sono scambiati pari volte due primi e due secondi posti. Nicolò si è presentato alla regata finale di venerdì con un distacco dal greco di 7 punti e ben 20 dal terzo, il britannico Hawkins. Il colore della medaglia (oro o argento) si decideva con l’ultima, difficile prova nelle marroni acque del Rio de la Plata, a San Isidro. Dopo la penultima giornata fredda, ma perfetta dal punto di vista della prestazione di Nicolò (2-2-1) il fiato è rimasto sospeso per tutti i sostenitori di Nicolò e naturalmente dell’altra azzurra leader della classifica femminile Giorgia Speciale, in testa fin dalle prime prove. Il finale è stato fantastico perchè Nicolò ha confermato il secondo posto guadagnando un bellissimo argento e la compagna di squadra e allenamenti spesso a Torbole Giorgia Speciale, ha vinto addirittura l’oro. Un risultato che sicuramente rende merito al percorso tracciato da Alessandra Sensini, prima come atleta olimpionica e ora come direttore tecnico giovanile FIV.

“Sono davvero contento, emozionato, per questo bellissimo risultato di Nicolò; una medaglia olimpica è una cosa unica per uno sportivo e per Nicolò si conclude nel migliore dei modi una grandissima e lunghissima stagione agonistica – ha commentato il coach Dario Pasta.

E il presidente del Circolo Surf Torbole Bronzetti:”Un risultato eccezionale! Nicolò si conferma il campione che è dentro e fuori dall’acqua con questo splendido argento, nonostante le condizioni non ottimali per lui trovate sul Rio della Plata. Inoltre è prima medaglia olimpica per il nostro Circolo, il che ci rende orgogliosi e ci dà ancora più carica a proseguire con l’impegno rivolto ai giovani. Questa vittoria conferma il Garda Trentino come palestra ottimale per queste discipline: l’appuntamento pre-olimpico è fissatp per l’anno prossimo per l’evento clou della stagione olimpica verso Tokyo 2020 con i mondiali RS:X, durante i quali molti si giocheranno la partecipazione olimpica”.

classifiche: https://www.buenosaires2018.com/results/en/sailing/overall-results-t293-plus–men.htm?lng=it

 

 

testo: Elena Giolai©CSTorbole

Una storia sportiva, che sembra una bella favola

Al Circolo Surf Torbole accadono storie, che sembrano favole

Nicolò, figlio d’arte di Vasco è partito per le Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires. La sorella Sofia, vincendo con gli altri atleti del Trentino i test di efficienza motoria al Trofeo CONI Kinder + Sport di Rimini, vince anche il viaggio per andare a seguire le stesse Olimpiadi a cui partecipa il fratello nella disciplina windsurf Techno Plus

È quando ti arriva il “corredino” del CONI Italia Olympic Team, che ti rendi conto che il sogno ormai è realtà ed è ora di far sognare i propri amici, parenti, compagni di squadra, tifosi dando il meglio di te stesso e, possibilmente, centrare l’obbiettivo conquistando quella medaglia per cui tanto ti sei allenato e sacrificato. E così è arrivato anche il momento di Nicolò Renna, che con la squadra azzurra FIV è partito in divisa Italia Olympic Team, destinazione Buenos Aires, terze Olimpiadi Giovanili della storia, dopo Singapore e Nanchino (Cina). Ed è la prima volta che un atleta del Circolo Surf Torbole raggiunge una partecipazione olimpica, riportando il Garda Trentino al centro del mondo windsurfistico, anche nelle regate giovanili di massimo livello come l’Olimpiade, dopo i tanti mondiali organizzati, disputati e vinti. Merito anche della squadra che si è creata al Circolo Surf Torbole grazie all’impegno e alla professionalità del coach Dario Pasta, che dopo aver qualificato nel 2014 a Nanchino la siciliana Giulia Alagna nella sua Palermo per il circolo Albaria, ha centrato nuovamente l’obbiettivo questa volta con Nicolò, a Torbole.

Armando Bronzetti:
[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] Domenica al circolo, ho salutato Nicolò con gli occhi lucidi, ma con tanta gioia nel cuore. Lui si merita questa partecipazione per l’impegno, la voglia e la passione che da quando aveva pochi anni ha sempre coltivato. Spero riesca a fare un bel risultato, però questo é già un risultato. A tuono Nico!
[/mk_blockquote]

Quella della famiglia Renna sembra una bella favola, che riempie il cuore di gioia, dato che oltre ad una tradizione che prosegue dopo che papà Vasco ha fatto da pioniere sia come windsurfista, che come scuola specializzata tra le più famose in Europa, è arrivata anche la ciliegina sulla torta con l’Olimpiade Giovanile e non solo, perchè ci ha messo del suo anche la sorella Sofia per fare di questa storia sportiva una bellissima favola. Sofia, la minore dei 4 fratelli Renna, 15 giorni fa partecipando a Rimini al Trofeo CONI Kinder + Sport nella disciplina tavole a vela, ha partecipato anche ai giochi di efficienza motoria insieme agli altri atleti del Comitato Provinciale CONI Trento, vincendoli: premio in palio il viaggio a Buenos Aires proprio per assistere alle Olimpiadi Giovanili e quindi la possibilità di vedere e sostenere anche il fratello! Nicolò, dopo un periodo di riposo per riprendersi dall’intensissima stagione agonistica, è pronto ora per affrontare il momento più importante della sua vita sportiva, che lo vedrà impegnato in regata sul Techno Plus dal 7 al 12 ottobre, giorno in cui al Club Nautico San Isidro, sul Rio de la Plata, saranno assegnate le medaglie per le tavole a vela.
Insieme al windsurf ci sarà anche il Kite femminile e il multiscafo misto Nacra 15, con impegnato al timone l’altro atleta trentino Andrea Spagnolli, cresciuto tecnicamente sempre sulle acque del Garda Trentino e da bambino tra le fila della squadra Optimist della Fraglia Vela Riva. Un successo anche per la XIV Zona FIV-lago di Garda, che schiera dunque due atleti a Buenos Aires.

Dove seguire tutti gli aggiornamenti di Nicolò e tutti gli atleti: https://www.buenosaires2018.com

https://www.buenosaires2018.com/sports/0a8d11f1-b9bf-4af0-a173-466a81794d45?lng=it

TESTO: Elena Giolai ©CST

RASSEGNA STAMPA

RIW MAG >>
NAUTICA >>
PRESSMARE >>

A Nicolò Renna ufficializzata la convocazione alle Olimpiadi Giovanili

A Nicolò Renna ufficializzata dalla Federazione Vela la convocazione alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires (ottobre 2018)

Dopo le prime tre giornate agli “Youth Sailing World Championships” -maggior appuntamento annuale della vela giovanile – Nicolò Renna è secondo a pochi punti dal primo, dopo aver vinto 10 gg fa il bronzo europeo nella stessa classe RS:X

Il Circolo Surf Torbole sta vivendo in questo quarantesimo compleanno, momenti davvero magici. L’impegno profuso nelle attività giovanili e nell’organizzazione di eventi internazionali sta dando grandi soddisfazioni, forse più grandi di quanto ci si aspettasse. Dopo il trionfo organizzativo della One Hour Classic, di cui è appena uscito un bellissimo video che riassume tre giornate di sport, vento e amicizie, e dei mondiali IFCA Slalom, sono i giovani che stanno portando in questi giorni risultati di assoluta eccellenza.
Ma in questi giorni torna protagonista soprattutto Nicolò Renna, che nel quarantesimo anniversario di attività del Circolo Surf Torbole, regala la prima convocazione olimpica per il club gardesano: dopo il bronzo conquistato all’Europeo RS:X 15 giorni fa in Francia, la Federazione Italiana Vela ha ufficializzato la convocazione a Buenos Aires per ottobre alle Olimpiadi Giovanili. Un traguardo prevedibile dopo gli eccellenti risultati della stagione, ma di assoluto rilievo nel momento in cui si è concretizzata tale convocazione. “Appena ricevuta la notizia dalla Federazione Vela ho esultato per questa convocazione olimpica che mai era avvenuta, seppur per quella giovanile, per un atleta del Circolo Surf Torbole. Iniziamo dalle Olimpiadi Giovanili e poi si vedrà… – ha commentato un orgoglioso Armando Bronzetti, Presidente del Circolo Surf Torbole, che mette un altro importante tassello nella storia del Circolo che quest’anno festeggia i 40 anni di attività. “Abbiamo seguito dall’inizio Nicolò, che si è sempre impegnato tanto; lui è fatto per stare in acqua e ama tantissimo quello che fa; gli auguro grandi successi e il Circolo sarà sempre al suo fianco”.
Il coach Dario Pasta:“Grande soddisfazione per il raggiungimento di questo obbiettivo olimpico, partito con un progetto che va avanti da qualche anno in cui Nicolò ha conquistato importanti podi internazionali con grande costanza e merito. Personalmente sono contento perchè già quattro anni fa portai alle Olimpiadi Giovanili di Nanchino la rappresentante per l’Italia Giulia Alagna, prima di trasferirmi a Torbole. Dopo questa conferma olimpica il lavoro non è finito, perchè dopo la conclusione dei Mondiali giovanili in Texas ci aspettano i Mondiali Techno Plus in Lettonia (la tavola/classe con cui si corrono le Olimpiadi Giovanili), a seguire l’Europeo RS:X, i Campionati Italiani e ad ottobre l’Olimpiade che chiuderà una stagione intensissima. Naturalmente Nicolò può contare di allenarsi con tutta la nutrita squadra del Circolo Surf Torbole e questo è un aiuto non da poco, sia per lui, che per gli altri ragazzi che insieme possono crescere tecnicamente” ha concluso Pasta.
Dopo i soli due giorni trascorsi da Nicolò a casa, in cui si è dovuto dedicare alla troupe di RAI Gulp per girare a Torbole e sul Garda Trentino una puntata speciale di “Sport Stories” (in onda domenica 22 luglio ore 14:20 circa e in replica alle 18:00 e successivamente venerdì 27 luglio ore 16:00) il portacolori del Circolo Surf Torbole è volato negli USA con la squadra azzurra FIV. In questi giorni infatti è impegnato nell’appuntamento annuale più importante per i giovani, il Mondiale Giovanile organizzato da World Sailing, la Federazione Internazionale di vela. Nicolò a Corpus Christi ha iniziato subito bene, con la regolarità che lo contraddistingue: tre secondi posti nel primo giorno e due secondi e un terzo nel secondo giorno di gare (si inizia a regatare solitamente alle 18 italiane); mercoledì ha piazzato un quarto, un secondo e un bel primo, mantendendosi secondo in generale alle spalle dello statunitense Nores per soli 5 punti. Terzo a 10 punti il francese Pianazza. La manifestazione si concluderà venerdì con massimo di 13 prove e Nicolò naturalmente si gioca tutto soprattutto nelle tre prove previste giovedì, dato che l’ultimo giorno verrà disputata una sola, ultima regata.
 
Classifiche Mondiali World Sailing: http://www.worldsailingywc.org/results/2018_corpuschristi_usa.php
testi: Elena Giolai©CST