[TRAINING] Il mondo della tavola olimpica sul Garda Trentino e al CST

Il mondo del  windsurf olimpico sul Garda Trentino e al Circolo Surf Torbole per allenamenti
 
Anche la Federazione Italiana Vela ha scelto il Garda per numerosi raduni tecnici, non solo della tavola olimpica, ma anche per altre classi giovanili come 29er e Laser
Circolo Surf Torbole e il Garda Trentino riferimenti e “palestre” di allenamento olimpico in vista del Torbole 2019 RS:X World Championship in programma al Circolo presieduto da Armando Bronzetti nel mese di settembre. La squadra azzurra, già presente il mese scorso, sarà impegnata sul Garda in più sessioni di allenamento con i rispettivi tecnici di categoria della FIV – Federazione Italiana Vela: questa settimana dal 17 al 21, per poi tornare dal 24 al 28 giugno, sia con le squadre maschili, che femminili. Tra i windsurfisti convocati oltre al portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna (tra gli youth), Giorgia Speciale ITA-1, Marta Maggetti, Flavia Tartaglini, Daniele Benedetti, Mattia Camboni, Carlo Ciabatti, Luca di Tomassi, Matteo Evangelisti, i migliori del panorama nazionale. Ma Torbole in questi mesi estivi è un vero e proprio centro internazionale della tavola olimpica e non mancano tantissimi atleti stranieri come quelli delle squadre USA, Messico, Olanda (con il due volte campione olimpico Dorian van Rijsselberghe), Repubblica Ceka, Brasile, Spagna, Ungheria, Nuova Zelanda, Cina, Francia, Polonia, presenti in questi giorni e ospiti al Circolo. Il mondiale (dal 22 al 28 settembre) per molti atleti e nazioni sarà decisivo per le convocazioni finali olimpiche di Tokyo 2020.
 
Ma non è finita qui perchè il prossimo week end le atlete TOP 40 al mondo della ranking RS:X, disputeranno la “coach race”, un allenamento/regata organizzata dagli allenatori delle varie rappresentative. Ancora una volta il Circolo Surf Torbole grazie alle condizioni di vento sul Garda Trentino, ma anche alle innumerevoli possibilità di allenamenti alternativi come bici, corsa, trakking, è riferimento d’eccellenza del windsurf internazionale, in questo caso olimpico. Ma in questi giorni in acqua ci sono anche molti campioni della disciplina Slalom, che si stanno allenando per la RRD One Hour Classic 2019 in programma a fine mese!
testi: Elena Giolai©CST

Circolo Surf Torbole internazionale

Circolo Surf Torbole internazionale con squadre da mezzo mondo in allenamento in vista del mondiale di settembre della tavola olimpica RS:X

Arrivato anche il britannico Dempsey (due argenti olimpici e un bronzo)

Bruno Martini in Corea vince uno slalom della Coppa del Mondo PWA

La stagione entra nel vivo e sul Garda Trentino non sono solo le regate, motivo di “turismo sportivo”. Al Circolo Surf Torbole, infatti, in vista del Mondiale della tavola olimpica RS:X in programma dal 23 al 29 settembre prossimo, è un via vai di squadre che vengono a Torbole per allenarsi e conoscere il campo di regata, che deciderà le sorti per molti atleti, che saranno selezionati o meno alle Olimpiadi di Tokyo. Ed è così che in questo mese di maggio atleti in rappresentanza di Cina, Giappone, Hong Kong, Italia, Grecia, Cipro, Svizzera, Francia, Perù rendono davvero internazionali le acque del Garda, che -sempre in vista del decisivo mondiale di classe prima di Tokyo 2020-, hanno visto l’arrivo anche del plurimedagliato olimpico britannico Nick Dempsey, atleta con al collo due argenti (Londra 2012 e Rio 2016) e un bronzo (Atene 2004). 

Al Circolo Surf Torbole si respira dunque un’aria molto internazionale e sicuramente dal sapore olimpico, che nei prossimi mesi diventerà sempre più adrenalinica e tesa. Ma l’internazionalità del Circolo Surf Torbole è rappresentata anche dai propri atleti, che portano il guidone del circolo presieduto da Armando Bronzetti, in giro per il mondo e sempre come sinonimo di eccellenza. Ed è così che Bruno Martini, ambassador del Garda Trentino nel mondo professionistico del windsurf, porta buone notizie dal Sud Corea: nella tappa slalom del PWA (Professional Windsurfing Association) World Tour Windsurfing di Ulsan, ha vinto la “eliminaton 2” slalom, dimostrando di essere lì, tra i più forti! La maturazione agonistica di Bruno comincia a dare dunque i primi, importanti segnali, che se affiancati dalla costanza dei risultati, faranno vedere le sue grandi potenzialità, trasformate sempre più in podi. Congratulazioni anche al vincitore della tappa overall sudcoreana Matteo Iachino Ita-140: una grande ITALIA sul tetto del windsurf mondiale PWA che potrà essere vista in azione in occasione della RRD One Hour Classic 2019 alla fine del prossimo mese, sempre sul Garda Trentino e al Circolo Surf Torbole.

testi: Elena Giolai©CST

Rassegna stampa:

PressMare >

RIW MAG >

Argento olimpico! Immenso Nicolò!

Il Circolo Surf Torbole, per la prima volta presente alle Olimpiadi con un proprio atleta, centra subito l’obbiettivo con una medaglia d’argento conquistata nelle tavole a vela da un immenso Nicolò Renna

Buenos Aires, Argentina – Quale miglior modo di festeggiare i 40 anni di attività del Circolo Surf Torbole addirittura con una medaglia d’argento olimpica conquistata da Nicolò Renna, dopo una stagione a dir poco fantastica. Sostenuto dalla famiglia e dal grande Vasco Renna, pioniere del windsurf, ma anche continuamente impegnato a sostenere il movimento del windsurf giovanile durante la sua lunga evoluzione, Nicolò ha centrato quell’obbiettivo che non si fermava certo nella partecipazione olimpica, ma – ora possiamo dirlo – nella conquista di una medaglia. Con l’allenatore del circolo surf Torbole Dario Pasta e naturalmente il tecnico federale Mauro Covre, il sogno si è avverato e il Garda Trentino si può finalmente fregiare di una medaglia olimpica giovanile in quella disciplina, la tavola a vela, che ha reso così famoso l’alto Garda e Torbole in particolare. Una medaglia olimpica che è giovanile (terze olimpiadi youth della storia) e per questo forse ancor più importante, perchè ripaga dei sacrifici che i tanti circoli del lago di Garda e della XIV Zona FIV – e in particolare il Circolo Surf Torbole – fanno per i giovani; quei giovani che spesso, nelle olimpiadi senior, non rappresentano più alcuna società federale perchè la realtà delle ultime edizioni è a favore dei gruppi sportivi militari, annullando di fatto la partecipazione dei circoli FIV, che tanto investono nelle attività di base e giovanili.

Grande festa dunque anzitutto nella famiglia Renna, che alla vigilia delle Olimpiadi di Buenos Aires stava già vivendo in una favola sportiva, dato che anche Sofia ha vinto il viaggio in Argentina, grazie alla vittoria con la squadra trentina ai giochi di efficienza motoria al Trofeo CONI Kinder + Sport. Ma la favola si è di giorno in giorno ingrandita fino a diventare realtà nel momento in cui quella medaglia sudata dal bravissimo e costante Nicolò è stata addentata, così come si fa nelle massime manifestazioni sportive. Nicolò ha combattuto come un leone contro il greco Kalpogiannakis (degno erede dell’oro olimpico sempre nelle tavole Niko Kaklamanakis) che non ha mail mollato; addirittura nelle ultime quattro prove prima della finalissima non scartabile è stata una sorta di match race dato che i due leader della classifica generale si sono scambiati pari volte due primi e due secondi posti. Nicolò si è presentato alla regata finale di venerdì con un distacco dal greco di 7 punti e ben 20 dal terzo, il britannico Hawkins. Il colore della medaglia (oro o argento) si decideva con l’ultima, difficile prova nelle marroni acque del Rio de la Plata, a San Isidro. Dopo la penultima giornata fredda, ma perfetta dal punto di vista della prestazione di Nicolò (2-2-1) il fiato è rimasto sospeso per tutti i sostenitori di Nicolò e naturalmente dell’altra azzurra leader della classifica femminile Giorgia Speciale, in testa fin dalle prime prove. Il finale è stato fantastico perchè Nicolò ha confermato il secondo posto guadagnando un bellissimo argento e la compagna di squadra e allenamenti spesso a Torbole Giorgia Speciale, ha vinto addirittura l’oro. Un risultato che sicuramente rende merito al percorso tracciato da Alessandra Sensini, prima come atleta olimpionica e ora come direttore tecnico giovanile FIV.

“Sono davvero contento, emozionato, per questo bellissimo risultato di Nicolò; una medaglia olimpica è una cosa unica per uno sportivo e per Nicolò si conclude nel migliore dei modi una grandissima e lunghissima stagione agonistica – ha commentato il coach Dario Pasta.

E il presidente del Circolo Surf Torbole Bronzetti:”Un risultato eccezionale! Nicolò si conferma il campione che è dentro e fuori dall’acqua con questo splendido argento, nonostante le condizioni non ottimali per lui trovate sul Rio della Plata. Inoltre è prima medaglia olimpica per il nostro Circolo, il che ci rende orgogliosi e ci dà ancora più carica a proseguire con l’impegno rivolto ai giovani. Questa vittoria conferma il Garda Trentino come palestra ottimale per queste discipline: l’appuntamento pre-olimpico è fissatp per l’anno prossimo per l’evento clou della stagione olimpica verso Tokyo 2020 con i mondiali RS:X, durante i quali molti si giocheranno la partecipazione olimpica”.

classifiche: https://www.buenosaires2018.com/results/en/sailing/overall-results-t293-plus–men.htm?lng=it

 

 

testo: Elena Giolai©CSTorbole

Una storia sportiva, che sembra una bella favola

Al Circolo Surf Torbole accadono storie, che sembrano favole

Nicolò, figlio d’arte di Vasco è partito per le Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires. La sorella Sofia, vincendo con gli altri atleti del Trentino i test di efficienza motoria al Trofeo CONI Kinder + Sport di Rimini, vince anche il viaggio per andare a seguire le stesse Olimpiadi a cui partecipa il fratello nella disciplina windsurf Techno Plus

È quando ti arriva il “corredino” del CONI Italia Olympic Team, che ti rendi conto che il sogno ormai è realtà ed è ora di far sognare i propri amici, parenti, compagni di squadra, tifosi dando il meglio di te stesso e, possibilmente, centrare l’obbiettivo conquistando quella medaglia per cui tanto ti sei allenato e sacrificato. E così è arrivato anche il momento di Nicolò Renna, che con la squadra azzurra FIV è partito in divisa Italia Olympic Team, destinazione Buenos Aires, terze Olimpiadi Giovanili della storia, dopo Singapore e Nanchino (Cina). Ed è la prima volta che un atleta del Circolo Surf Torbole raggiunge una partecipazione olimpica, riportando il Garda Trentino al centro del mondo windsurfistico, anche nelle regate giovanili di massimo livello come l’Olimpiade, dopo i tanti mondiali organizzati, disputati e vinti. Merito anche della squadra che si è creata al Circolo Surf Torbole grazie all’impegno e alla professionalità del coach Dario Pasta, che dopo aver qualificato nel 2014 a Nanchino la siciliana Giulia Alagna nella sua Palermo per il circolo Albaria, ha centrato nuovamente l’obbiettivo questa volta con Nicolò, a Torbole.

Armando Bronzetti:
[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] Domenica al circolo, ho salutato Nicolò con gli occhi lucidi, ma con tanta gioia nel cuore. Lui si merita questa partecipazione per l’impegno, la voglia e la passione che da quando aveva pochi anni ha sempre coltivato. Spero riesca a fare un bel risultato, però questo é già un risultato. A tuono Nico!
[/mk_blockquote]

Quella della famiglia Renna sembra una bella favola, che riempie il cuore di gioia, dato che oltre ad una tradizione che prosegue dopo che papà Vasco ha fatto da pioniere sia come windsurfista, che come scuola specializzata tra le più famose in Europa, è arrivata anche la ciliegina sulla torta con l’Olimpiade Giovanile e non solo, perchè ci ha messo del suo anche la sorella Sofia per fare di questa storia sportiva una bellissima favola. Sofia, la minore dei 4 fratelli Renna, 15 giorni fa partecipando a Rimini al Trofeo CONI Kinder + Sport nella disciplina tavole a vela, ha partecipato anche ai giochi di efficienza motoria insieme agli altri atleti del Comitato Provinciale CONI Trento, vincendoli: premio in palio il viaggio a Buenos Aires proprio per assistere alle Olimpiadi Giovanili e quindi la possibilità di vedere e sostenere anche il fratello! Nicolò, dopo un periodo di riposo per riprendersi dall’intensissima stagione agonistica, è pronto ora per affrontare il momento più importante della sua vita sportiva, che lo vedrà impegnato in regata sul Techno Plus dal 7 al 12 ottobre, giorno in cui al Club Nautico San Isidro, sul Rio de la Plata, saranno assegnate le medaglie per le tavole a vela.
Insieme al windsurf ci sarà anche il Kite femminile e il multiscafo misto Nacra 15, con impegnato al timone l’altro atleta trentino Andrea Spagnolli, cresciuto tecnicamente sempre sulle acque del Garda Trentino e da bambino tra le fila della squadra Optimist della Fraglia Vela Riva. Un successo anche per la XIV Zona FIV-lago di Garda, che schiera dunque due atleti a Buenos Aires.

Dove seguire tutti gli aggiornamenti di Nicolò e tutti gli atleti: https://www.buenosaires2018.com

https://www.buenosaires2018.com/sports/0a8d11f1-b9bf-4af0-a173-466a81794d45?lng=it

TESTO: Elena Giolai ©CST

RASSEGNA STAMPA

RIW MAG >>
NAUTICA >>
PRESSMARE >>

Nicolò Renna oro mondiale Techno Plus 2018!

L’Italia conquista l’oro anche con gli anconetani Giorgia Speciale e Alessandro Graciotti
Il portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna conquista una bellissima medaglia d’oro al Mondiale Techno in Lettonia, mantenendo la stessa situazione e vantaggio del penultimo giorno, in quanto sabato non si sono svolte ulteriori prove delle tre possibili, per mancanza di vento. A poche settimane dal mondiale giovanile in Texas (corso con le tavole olimpiche senior RS:X), durante il quale Nicolò con l’ultima regata in formula medal race a punteggio doppio, era passato da primo a terzo, il vento è cambiato: Renna è stato quasi sempre in testa e con le ultime due giornate si è guadagnato quel vantaggio sugli avversari che ha fatto la differenza, consegnandogli un meritatissimo oro, davanti al greco Kalpogiannakis e al francese Pouliquen.
La dichiarazione di Nicolò Renna appena rientrato vittorioso: [mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] “Campionato lungo, difficile per le condizioni meteo e del mare, ma allo stesso tempo è stato bello da vincere perchè c’erano tutti gli avversari delle prossime olimpiadi giovanili. È stato un buon metro di confronto in vista proprio dell’appuntamento di Buenos Aires; sebbene non ci eravamo posti questo Campionato come obbiettivo principale della stagione è stato un’ottima cosa vincerlo! E la settimana prossima andrò già agli europei RS:X a Sopoth, Polonia”.[/mk_blockquote]
Per l’Italia e se vogliamo anche per il Circolo Surf Torbole, è stato un doppio oro: i due atleti a convocazione FIV perchè già selezionati alle olimpiadi giovanili di Buenos Aires Nicolò Renna e l’anconetana Giorgia Speciale (che spesso si allena sul Garda Trentino al Circolo Surf Torbole), sono stati “guidati” dal coach del CSTorbole Dario Pasta, che per l’occasione si è trovato anche nelle vesti federali; entrambi hanno centrato l’obbiettivo realizzando una gloriosa doppietta azzurra, confermando il windsurf azzurro al top del mondo. I complimenti vanno dunque anche all’allenatore Pasta, che ha saputo condurre i due atleti azzurri al meglio della performance, nonostante avesse in carico anche il resto della squadra del Circolo Surf Torbole, presente al mondiale lettone con Sofia Renna, Edoardo Tanas, Nicolò Gatti, Gabriele Guella e Jacopo Gavioli.
Gli altri ragazzi del circolo presieduto da Armando Bronzetti si sono ottimamente comportati in un campo di regata non facile per la presenza di onda formata, elemento a cui i lacustri non sono allenati: negli junior F Sofia Renna nell’ultimo giorno ha cercato il riscatto ed è risalita di 3 posizioni concludendo al sesto posto assoluto, in un podio monopolizzato dalle israeliane. Tra i maschi Jacopo Gavioli ha concluso ventidueesimo nella categoria in cui l’Italia ha vinto con l’altro anconetano, compagno di squadra della Speciale (della SEF Stamura Ancona), Alessandro Graciotti. Negli youth ottimo Edoardo Tanas, settimo finale, così come il parziale della regata conclusiva, seguito al trentaduesimo da Gabriele Guella. Nella stessa categoria di Renna, Nicolò Gatti ha chiuso sedicesimo.
Grande annata dunque per i colori del Circolo Surf Torbole, che insieme ai successi organizzativi delle regate proposte sul Garda Trentino sta mietendo successi internazionali di assoluto valore e ora punta direttamente alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires, di cui questo Campionato del Mondo lettone ha rappresentato un buon test.
L’allenatore FIV e del Circolo Surf Torbole Dario Pasta:[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] ”Sono molto soddisfatto di tutti i ragazzi; onestamente mi aspettavo qualcosina di più da Sofia Renna per come si era preparata e come è andata finora in campo nazionale. Il risultato di Nicolò non era un obbiettivo stagionale, ma era importante fare bene e controllare gli avversari che saranno gli stessi dell’Olimpiade di ottobre a Buenos Aires. Con i più piccoli del Circolo Surf Torbole nel Techno si cercherà di far meglio all’europeo in Grecia a fine ottobre, mentre con i più grandi ora Nicolò va agli europei RS:X in Polonia e tutti gli altri ai Campionati italiani FIV di Viareggio i primi di settembre. La soddisfazione personale è quella di aver portato a termine la mia missione FIV con la doppietta Renna-Speciale e confermare il risultato dell’Europeo di Mondello dello scorso aprile. Sono dunque molto contento, anche se è stata una trasferta lunga e pesante, ma il gradino più alto del podio ripaga di tutto! L’attesa dell’ultimo giorno è stata abbastanza stressante: meno per Nicolò che comunque bastava controllasse eventualmente gli avversari nelle ultime regate, molto di più per Giorgia Speciale, che con quel solo punto di vantaggio si giocava tutto nelle eventuali ulteriori prove, che poi non sono state fatte”.[/mk_blockquote]
Info evento: http://worlds2018.techno293.org

Per il Circolo Surf Torbole 10 giorni di continui successi

Martedì e mercoledì una troupue di RAI GULP a Torbole per registrare un servizio speciale con Nicolò Renna

I 40 anni del Circolo Surf Torbole durante questo 2018 vengono festeggiati a suon di successi. Successi organizzativi, ma soprattutto dei propri atleti che inanellano vittorie e record. Negli ultimi 10 giorni si è partiti con il record della One Hour Classic (regata storica del Circolo inventata negli anni 90 e ancora di gran successo) polverizzato dal portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini, che una settimana prima aveva conquistato anche un ottimo undicesimo posto alla World Cup PWA, avvicinandosi con grande merito alla top ten dei professionisti della disciplina slalom. Dopo la One Hour Classic è stata la volta del titolo iridato master di Andrea Cucchi ai Campionati del Mondo IFCA Slalom Master & Youth organizzati ottimamente proprio dallo stesso circolo presieduto da Armando Bronzetti. Ma anche nella categoria Gran Master un atleta del Circolo Surf Torbole è salito sul podio: l’austriaco, socio del club, Markus Purwitzer ha conquistato il bronzo iridato del proprio raggruppamento. Ma nello stesso week end anche nella classe olimpica RS:X il Circolo Surf Torbole ha portato a casa una medaglia grazie a Nicolò Renna, che ai Mondiali Youth ha vinto la medaglia di bronzo. Nicolò, appena tornato dalla Francia, sarà impegnato in questi giorni per registrare una puntata speciale che andrà in onda su RAI GULP: una troupue di quasi 20 persone girerà tra il paese di Torbole, il Circolo Surf Torbole, il Vasco Renna Professional Windsurf Center e casa Renna le immagini per una puntata di Sport Stories, un appuntamento di Rai Gulp per raccontare lo sport giovanile in collaborazione con la FIV Federazione Italiana Vela. Tra martedì e mercoledì Torbole dunque sarà il centro dell’attenzione per lo staff RAI che seguirà Nicolò Renna al suo Club, in acqua e a casa con gli amici.
Allo stesso tempo la squadra Techno 293 è in trasferta a Cagliari con il coach Dario Pasta per la Coppa Italia valida anche come Campionato nazionale di Classe Techno 293.
——————
link Rai Gulp Sport Stories, dove sarà possibile vedere la puntata via web: http://www.raigulp.rai.it/dl/RaiGulp/programma.html?ContentItem-7f52f5ca-4492-4d09-a95c-539910e0aefc
#sportstories
#atuono
#cstorbole

Successo al Vela Day FIV tra windsurf e kitesurf

Sole, caldo e vento ideale hanno accolto nel migliore dei modi al Circolo Surf Torbole e sul Garda Trentino i partecipanti dell Vela Day 2018, festa promossa dalla Federazione Italiana Vela e Kinder + Sport, dedicata a chi era incuriosito dal windsurf, kitesurf e  la vela in genere e ha avuto l’occasione di conoscere i primi rudimenti della disciplina preferita, in un circolo affiliato FIV.
Al Circolo Surf Torbole tanti bambini e ragazzi  hanno potuto provare le prime fasi di apprendimento grazie agli istruttori federali Dario Pasta (windsurf) e Michele Leoni (kitesurf) – coaudiuvati dai ragazzi delle squadre agonistiche del Circolo: sono state fatte prove con i simulatori a terra per poi proseguire in alcuni casi anche in acqua. Grazie alla Federazione Italia Vela e Kinder + Sport è stato possibile lasciare ai partecipanti apprezzati gadget, un bel ricordo di una giornata trascorsa all’insegna dello sport e di nuovi amici.
Contemporaneamente si sono svolti anche i mini corsi di avvicinamento al windsurf riservati ai residenti: una quindicina di ragazzini dagli 8 ai 13 anni hanno avuto modo di visitare il circolo e fare un primo passo verso i corsi completi a cui potranno iscriversi nelle prossime settimane, da cui il Circolo Surf Torbole potrà attingere nuove leve per le sue squadre agonistiche di windsurf o Kitesurf.
#iocisarò, #veladay2018, #2giugnoFIV, #joyofmoving

testo: Elena Giolai©CST

Il 2 giugno prove gratuite di windsurf e kitesurf per il Vela Day FIV

Il Circolo Surf Torbole, che in questi ultimi anni sta investendo molte risorse e idee per i giovani, anche quest’anno aderisce al progetto promosso dalla FIV “Vela Day”: una giornata di festa organizzata dalla Federazione Italiana Vela in collaborazione con Kinder + Sport, con l’obbiettivo di promuovere la cultura per il mare, il proprio territorio e lo sport della vela nelle sue diverse discipline. Il 2 giugno prossimo tutti i bambini e ragazzi (a partire dai 6 anni) potranno partecipare gratuitamente a delle prove in acqua presso la sede del Circolo Surf Torbole, previa spiegazione a terra sui segreti per imparare windsurf e kitesurf velocemente e in sicurezza. Un’opportunità per conoscere da vicino questo meraviglioso mondo ed eventualmente iscriversi successivamente a dei corsi, che il circolo proporrà durante tutta l’estate.

L’appuntamento  per tutti gli interessati è il 2 giugno dalle ore dalle 9:00 alle 18:00 presso il Circolo Surf Torbole: ogni partecipante riceverà la tessera FIV e dei gadget.

Nel week end si svolgerà altresì un corso gratuito di windsurf e kitesurf (nell’apposita zona riservata) per i residenti: da qui usciranno i nuovi giovani regatanti così come è successo per quelli che oggi formano la squadra agonistica del circolo, che tante soddisfazioni sta dando. 

segreteria@circolosurftorbole.com

#iocisarò #veladay2018 #2giugnoFIV #joyofmoving #veladay

testo: Elena Giolai©CST

foto: Alessandro Giovanelli©CST