#WGS17 DAY9 – Andrea Ferin e Marta Maggetti i nuovi campioni nazionali Slalom

Andrea Ferin nuovo campione nazionale Slalom FIV; tra le donne la spunta Marta Maggetti su Flavia Tartaglini dopo una bellissima battaglia agonistica corsa in condizioni impegnative.
Ottimo risultato di squadra del Circolo Surf Torbole con il secondo posto di Bruno Martini, seguito dalle nuove leve Daniel Slijk ottimo quinto e primo juniores e Jacopo Renna che chiude la top ten assoluta e secondo.

Grande soddisfazione del Circolo Surf Torbole per l’ottima riuscita dell’evento, utile come prova generale in vista dei Mondiali Slalom IFCA junior/master del 2018.

Concluso sul Garda Trentino presso il Circolo Surf Torbole il Campionato Nazionale Slalom riconosciuto dalla Federazione Italiana Vela, ultimo evento del Windsurf Grand Slam 2017 con l’assegnazione dei titoli nazionali ad Andrea Ferin (AVMarina Julia-Monfalcome) e Marta Maggetti (SV GDF-Fiamme Gialle, Cagliari) dopo un Campionato davvero combattuto, deciso solo con l’ultima regata.
E’ stata un’edizione davvero fantastica, che sarà ricordata tra quelle con più vento degli ultimi anni: ben 4 tabelloni ad eliminazione diretta per i maschi e 8 regate per le femmine sono un bilancio decisamente positivo per una disciplina complicata dal punto di vista organizzativo come lo slalom, che richiede almeno 11 nodi di vento per una partenza lanciata. Sia in campo maschile, che femminile c’è stato estremo equilibrio tra i primissimi e solo con l’ultima regata si è deciso il Campionato. Andrea Ferin ha vinto il titolo con 1,6 punti di vantaggio sul campione nazionale uscente Bruno Martini (CSTorbole) e Andrea Rosati (YC Anzio), entrambi con due secondi e due terzi; il secondo gradino del podio è stato a favore del portacolori del Circolo Surf Torbole per aver chiuso l’ultima regata con la migliore posizione rispetto al diretto avversario. Rosati si aggiudica comunque il titolo nazionale della categoria master. Interessante vedere gli altri atleti della top ten con la presenza di tanti giovani: ottimo quinto posto dell’altro atleta del Circolo Surf Torbole Daniel Slijk, seguito dal reggino Francesco Scagliola, primo della categoria Youth; settimo Massimiliano Loncrini, ottavo il sardo Mattia Onali. Più che ottimo decimo posto di Jacopo Renna, un po’ più in difficoltà nell’ultima giornata di regate con vento forte. Tutti i più giovani saranno sicuramente tra i protagonisti del mondiale Junior del prossimo mondiale IFCA 2018 in programma la prima settimana di luglio a Torbole.

E’ stata la prima volta di Andrea Ferin, che dopo essersi aggiudicato negli anni scorsi i titoli delle specialità Formula Windsurfing e Raceboard è riuscito finalmente ad agguantare il titolo anche nello Slalom dopo un combattutissimo campionato:”E’ andata bene; ce la siamo giocata tra tutti. Anche se Martini e Rosati sono stati un po’ più costanti, con le ultime regate di oggi oggi sapevo che dovevo fare assolutamento un primo. Dopo la prima prova dove mi sono fatto un po’ sorprendere finendo quarto, ero un po’ demoralizzato, ma nella quarta finale sono riuscito a condurre la regata come volevo, girando la prima boa davanti e mantenendo la testa della heat facendo attenzione solo a non cadere in strambata. E’ così che con lo scarto guadagnato con la quarta finale sono riuscito a chiuedere a 5,4 punti, contro i 7 di Bruno Martini e Rosati, finiti rispettivamente secondo e terzo. Dopo essere arrivato negli anni scorsi per ben due volte secondo sono molto contento di essere riuscito quest’anno a conquistare quel titolo che mi mancava!” – ha commentato Ferin appena dato lo stop al Campionato nel primo pomeriggio di domenica.

<iframe src=”https://www.youtube.com/embed/BsWf_OD8KtU” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Anche la categoria femminile ha offerto grande spettacolo con l’attesa sfida tra le due atlete solitamente impegnate nella classe olimpica RS:X, che hanno voluto prendersi una settimana alternativa salendo sulla tavola slalom. Fin dalle prime prove è stata battaglia tra le due atlete delle Fiamme Gialle Marta Maggetti e Flavia Tartaglini: con le ultime quattro finali disputate domenica è stata la cagliaritana a dare la zampata finale per aggiudicarsi il titolo. Marta Maggetti ha infilato ben tre primi e un secondo, che le hanno permesso di sorpassare la romana Tartaglini, finendo il campionato con 2,5 punti di vantaggio. Più arretrata la siciliana Bruna Ferracane (CC Marsala), terza.

Durante le premiazioni bella emozione per i giovanissimi che con l’occasione sono stati premiati dal Campione del mondo in carica Matteo Iachino per i risultati conseguiti al Campionato nazionale Giovanile Slalom concluso a settembre dopo la disputa di tre eventi (Cagliari, Torbole, Crotone).

Armando Bronzetti, Presidente del Circolo Surf Torbole ha così commentato l’organizzazione dell’evento appena concluso:

[mk_blockquote style=”line-style” align=”left”]Sono molto soddisfatto di come è andata: si sono svolte regate competitive con vento forte su tutto il campo di regata, soprattutto nelle ultime due mattinate (mai sotto i 16 nodi). Gli atleti hanno offerto un grande spettacolo in acqua e la collaborazioen con la Conca d’Oro ci ha permesso di avere una seconda location a disposizione degli atleti che così si sono potuti trovare più vicini al campo di regata: è stato un’ottimo esperimento. Questo Campionato è stato utile anche come prove generali in vista del mondiale IFCA Slalom per le categorie junior e master, previsto dal 2 al 7 luglio 2018.[/mk_blockquote]

Soddisfazione anche da parte del Presidente dell’AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf)
Carlo Cottafavi che dopo aver ringraziato tutto lo staff organizzativo a terra e in acqua e il Comitato di regata presideuto da Claudio Alessandrello ha commentato:

[mk_blockquote style=”line-style” align=”left”]Concludere quattro tabelloni di slalom è stato un ottimo risultato; la macchina organizzativa del circolo surf torbole ha offerto ulteriori novità come lo schermo gigante posizionato sia al circolo che in Conca d’Oro con la trasmissione delle bellissime immagini in diretta, che hanno fatto la differenza. E’ stato un Campionato molto interessante anche perchè finalmente si è cominciato a vedere un ricambio generazionale, con top riders della vecchia guardia, che se la sono dovuta giocare con giovanissimi windsurfisti che anche in condizioni di vento non facili hanno dimostrato di tenere il passo, così come le regazze che hanno offerto una battaglia agonistica che non si vedeva da qualche anno.[/mk_blockquote]

#WGS17 DAY8 – Il vento da nord del Garda non tradisce: belle regate al Campionato nazionale Slalom

Terza giornata di regate SLALOM. Domani la conclusione con assegnazione dei titoli Slalom

Il vento da nord della mattina riscatta il riposo forzato di ieri: due spettacolari finali vincenti uomini mettono in luce i top riders della specialità
Il portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini – campione nazionale in carica – in testa davanti ad Andrea Rosati e Andrea Ferin. Anche tra le donne assoluto equilibrio con Flavia Tartaglini e Marta Maggetti, rispettivamente prima e seconda, ma in parità di punteggio

Mattinata di riscatto sul Garda Trentino nella terza giornata del Campionato nazionale Slalom organizzato dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con AICW (Ass. It. Classi Windsurf) e FIV-Federazione Italiana Vela. Dopo il riposo forzato di venerdì, sabato mattina ne è valsa la pena partire presto per sfruttare tutto il vento da nord che man mano si è disteso sull’Alto Garda fino a raggiungere anche i 20 nodi. Con partenza poco dopo le 8:30 come da programma è partita la seconda semifinale del primo tabellone maschile, per poi dare spazio alla seconda finale donne e alla finale vincenti uomini. Ed è stato subito spettacolo con partenze in piena velocità e strambate, che in alcuni casi hanno deciso la classifica finale. Per quanto riguarda gli uomini è stato completato il primo tabellone ad eliminazione diretta, mentre nel secondo si è arrivati alla finale vincenti, fermandosi però alla finale perdenti per calo di vento. La finale del primo tabellone è stata vinta con un certo margine da Andrea Ferin, seguito da Andrea Rosati che ha passato al photofinish Bruno Martini, terzo. Le batterie del secondo tabellone sono seguite a ritmo incessante fino ad arrivare alla finale vincenti con i migliori slalomisti del momento (che gareggiano anche in Coppa del Mondo), confrontarsi nella stessa heat insieme a molti giovani, come i locali Jacopo Renna, Massimiliano Loncrini, Daniel Slijk, il sardo Mattia Onali e il calabrese Francesco Scagliola. La battaglia è stata da subito tra i “big” con Malte Reuscher primo fin dalla partenza (nel primo tabellone una caduta lo ha escluso dalla finale), che ha tagliato il traguardo davanti al portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini e il romano Andrea Rosati. Anche se il secondo tabellone deve disputare la finale perdenti le prime posizioni provvisorie maschili sono definite: in testa il campione in carica slalom Bruno Martini, sebbene in parità di punteggio con Andrea Rosati secondo; terzo posto provvisorio per Andrea Ferin, quarto l’altro atleta del Circolo Surf Torbole Daniel Slijk, quinto Malter Reuscher. Subito dietro i giovani con Mattia Onali sesto, settimo Massimiliano Loncrini, Ottavo Scagliola e nono il locale Jacopo Renna.

Le regate di questa mattina delle ragazze sono iniziate in modo un po’ anomalo, dato che alla partenza della prima heat di giornata (seconda in assoluto) solo la cagliaritana Marta Maggetti è partita precisa allo start, evidentemente concentratissima per recuperare la caduta del primo giorno, che le è costata il terzo posto parziale. Le altre concorrenti sono partite molto in ritardo, permettendo alla Maggetti di vincere in solitario. Decisamente più avvincenti le successive finali in cui Flavia Tartaglini e Marta Maggetti sono tornate a sfidarsi a suon di strambate e planate, che oggi sono state un po’ più a favore della Maggetti. Ora le due atlete solitamente in gara sulla classe olimpica RS:X sono in parità con 3,4 punti, ma con la Tartaglini prima, per aver vinto l’ultima regata. Segue la siciliana Bruna Ferracane, terza a 4,6 punti di distacco.

Nel pomeriggio non si sono disputate regate per assenza di vento da sud, così domenica, ultimo giorno della manifestazione utile per assegnare i titoli tricolori slalom, si tornerà a gareggiare la mattina presto per sfruttare il più affidabile, in questa stagione, vento da nord. Tutto è ancora possibile perchè la classifica è davvero cortissima: si preannuncia un finale di campionato davvero emozionante!

#WGS17 DAY7 – Campionati nazionali Slalom: poco vento e nulla di fatto

Nulla di fatto a Torbole per poco vento: sabato mattina alle 8:30 si prova con il vento da nord

Troppo poco vento oggi sull’Alto Garda per riuscire a proseguire con il primo tabellone di slalom maschile, minimo indispensabile per l’assegnazione del titolo nazionale di specialità, riconosciuto dall’AICW e FIV Federazione Italiana Vela. Al Circolo Surf Torbole era tutto pronto per cogliere le prime raffiche di vento da sud del pomeriggio in questa seconda giornata di Campionato, sulle quattro in programma, ma è stato tutto inutile: l’intensità del vento infatti non è mai salita oltre i 9 nodi, condizione non regolare per questo tipo di regate che richiedono almeno 11 nodi in partenza. Domani si proverà a partire di primo mattino per sfruttare il vento da nord, che potrebbe permettere di proseguire con il programma di gara. Appuntamento per gli atleti alle 7:30 per lo skipper’s meeting e partenza prevista 1 ora dopo.

#WGS17 DAY6 – Prime heat del Campionato nazionale Slalom a Torbole

Prime regate Slalom a Torbole: i maschi fermi alla seconda semifinale. Tra le donne subito Tartaglini prima.
I portacolori del Circolo Surf Torbole Jacopo Renna e Daniel Slijk già in finale.

Iniziato con una timida “ora” il Campionato Nazionale Slalom, regata inserita nel programma del Windsurf Grand Slam, organizzato dal Circolo Surf Torbole e AICW (Ass. It. Classi Windsurf) sul Garda Trentino e in programma fino a domenica.
Nella prima giornata il vento da sud è arrivato, anche se incostante e accompagnato da una densa foschia. Le regate comunque sono iniziate riuscendo a disputare le prime batterie maschili, arrivando alla prima semifinale, mentre la seconda è stata interrotta per un calo di vento, che per regolamento deve essere in partenza almeno di 11 nodi. Per ogni singola “heat” sono passati i primi 5 atleti su 11, mentre le ragazze hanno disputato una heat unica, forse la più bella di tutte le regate viste oggi, con vento costante. Già in finale Marco Begalli (CV Scirocco), Mattia Onali (WCCagliari), Jacopo Renna (CS Torbole), Andrea Ferin (CVMarina Julia), Daniel Louis Slijk (CS Torbole), mentre devono ancora disputare la seconda semifinale Reuscher, Scagliola, Rosati, Loncrini, Fabbi, Giorgi, Martini, Purwitzer, Mocchi, Brunetti e Frank. Sarà una semifinale di alto livello dato che ci sono ben 3 atleti che regatano nel PWA (Coppa del Mondo professionisti).

C’era grande attesa nella categoria femminile, dove le atlete si sono confrontate in una batteria unica: la curiosità era quella di vedere le due avversarie in classe olimpica Tartaglini e Maggetti sfidarsi nello slalom, anche se è un peccato non aver visto in gara a difendere il titolo, le protagoniste della scorsa edizione Greta Marchegger e Alice Casula, assenti. E come previsto è stato subito spettacolo con la Tartaglini (SV GdF-Fiamme Gialle, Roma) in testa fin dalla prima boa e Marta Maggetti (SV GdF-Fiamme Gialle, Cagliari) bella aggressiva ad inseguire: purtroppo una caduta dopo aver concluso una bella strambata in velocità in boa 1, ha rallentato la corsa della cagliaritana, sorpassata da Bruna Ferracane (SC Marsala), che ha mantenuto la seconda posizione, nonostante il pressing della Maggetti. Prima della categoria youth la livornese Lisa Togneti, quarta assoluta.

Venerdì il programma prevede lo stesso orario di partenza alle ore 12:00, considerando le previsioni meteo che non danno vento da nord la mattina presto.

#WGS17 DAY4 – A Frank e Treggiari i titoli nazionali Formula Windsurfing e Raceboard

Christopher Frank vince il titolo nazionale Formula Windsurfing. Treggiari quello Raceboard, a Torbole appassionante ultima giornata per le classi Formula e Raceboard; per i Formula ulteriori 4 regate e podio deciso solo con la dodicesima e ultima prova. Da giovedì il Windsurf Grand Slam proseguirà con il Campionato Nazionale Assoluto della specialità Slalom maschile e femminile, dopo la pausa di mercoledì, durante la quale gli atleti approfitteranno per allenarsi e provare il campo di regata

TORBOLE – Conclusa a Torbole, sul Garda Trentino, la prima fase del Windsurf Grand Slam con l’assegnazione dei titoli nazionali per le classi Formula Windsurfing e Raceboard, vinti rispettivamente da Christopher Frank e Luciano Treggiari.
In questi primi quattro giorni il vento è quasi sempre stato generoso, in particolar modo negli ultimi due giorni, in cui la mattina è soffiato da nord fino oltre i 20 nodi. Dodici le regate totali per i Formula Windsurfing, cinque per i Raceboard e titolo giocato solo con l’ultima prova per i Formula. A 2 regate dalla conclusione infatti era solo 1 il punto che separava Christopher Frank (La Darsena Wakeboard, lago Maggiore) da Roberto Pasquini (Adriatico Wind Club, Ravenna): le ultime due regate sono state forse le più belle dal punto di vista agonistico con partenze compatte e scelte tattiche, che hanno deciso il risultato finale. Frank ha mantenuto sempre una buona media, ma ha trovato in Roberto Pasquini un bell’avversario, difficile da battere soprattutto con vento forte. Tre gli scarti totali assegnati dopo 12 prove e una classifica finale che si è comunque mantenuta uguale fin dalle prime battute. Solo Goran Zepponi fino all’ultima regata poteva spodestare dal podio Andrea Volpini, che per un solo punto ha confermato il terzo posto assouto finale, primo grandmaster.

Per quanto riguarda la classe Raceboard oggi nessuna prova e quindi classifica invariata rispetto a ieri con la vittoria piuttosto netta di Luciano Treggiari (CN Eco resort le Sirene; è il suo diciottesiimo titolo tricolore considerando varie classi), su Dario Mocchi (LNI Varese) e Giacomo Dottori (Sef Stamura). Premio speciale categoria “veteran” a Harti Loefler, 81 anni portati splendidamente.
Soddisfazione da parte di tutto lo staff del Circolo Surf Torbole, organizzatore dell’evento in collaborazione con AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) e FIV, per le condizioni di vento avute sul Garda Trentino in questi primi quattro giorni del Windsurf Grand Slam, che dopo la pausa di mercoledì, proseguirà giovedì con il Campionato Nazionale Slalom e l’assegnazione del titolo della specialità sia maschile che femminile. Una cinquantina gli atleti provenienti da tutta Italia, che si confronteranno in una disciplina in cui partenza, velocità e precisione in manovra fanno la differenza in un sistema ad eliminazione diretta, che non concede errori.

#WGS17 DAY3 – Ancora Frank e Treggiari in testa al Windsurf Grand Slam

Giornata intensa a Torbole per il Windsurf Grand Slam: 5 regate per la classe Formula Windsurfing e altre 2 per i Raceboard. In testa ancora Frank e Treggiari, domani l’assegnazione dei titoli nazionali.
Arrivati al Circolo Surf Torbole i primi “big” in gara da giovedì per il Campionato nazionale Slalom: Bruno Martini, Andrea Ferin e l’atleta olimpica Flavia Tartaglini, che per la prima volta parteciperà ad un Campionato FIV Slalom

TORBOLE – Ad un giorno dall’assegnazione dei titoli nazionali di windsurf FIV per le classi Formula Windsurfing e Raceboard, il Comitato di Regata e gli organizzatori del Circolo Surf Torbole e AICW hanno davvero sfruttato al massimo le bellissime condizioni avute sul Garda Trentino sia la mattina, che il pomeriggio. Se ieri la classe Formula Windsurfing non è riuscita a disputare regate per il vento che è durato troppo poco, oggi gli atleti di questa disciplina molto tecnica e impegnativa sono stati gli assoluti protagonisti: 3 regate la mattina con 18 nodi di vento da nord e ulteriori 2 prove il pomeriggio con vento da sud sugli 11-13 hanno riempito davvero la giornata. La mattina le condizioni sono state davvero impegnative e non sono mancati appassionanti duelli, che in alcuni casi si sono decisi soltanto negli ultimi metri dall’arrivo. Entusiasmante la sfida nell’ultimo bordo della regata n. 5, in cui Roberto Pasquini (Adriatico Wind Club Ravenna) ha superato proprio sulla linea d’arrivo Goran Zeppon (LNI Ancona), che però ha avuto la meglio nella regata successiva. Dopo una breve pausa nel primissimo pomeriggio l’arrivo del vento da sud ha riattivato tutta la macchina organizzativa riportando in acqua gli atleti prima della classe Formula per ulteriori 2 prove, e poi i regatanti della classe Raceboard. Ad una giornata dalla conclusione le posizioni da podio -sebbene identiche a ieri – sono ancora tutte aperte per i punteggi piuttosto ravvicinati: nella classe Formula Windsurfing ancora in testa Christopher Frank, che è stato molto regolare e conservativo. Il portacolori del circolo La Darsena Wakeboard (lago Maggiore) ha realizzato oggi un primo, un secondo, un quinto e due terzi, che lo mantengono in testa con 2 punti di vantaggio su Roberto Pasquini (Adriatico Wind Club Ravenna), decisamente più competitivo nelle prove con vento forte. Andrea Volpini (YC Anzio West bay) nonostante un inizio di giornata difficile (6° e ritirato) ha ben recuperato, proseguendo con due quarti e una bella vittoria, che gli permettono di mantenersi terzo a 4 punti da Pasquini. Molto vicini Pietrobelli e Zepponi, che con le ultime regate potrebbero anche conquistare il terzo gradino del podio.

Nella classe Raceboard il pugliese Luciano Treggiari (CN Eco Resort Le Sirene) – un veterano della specialità – è ancora in testa davanti a Dario Mocchi (LNI Varese) e Giacomo Dottori (SEF Stamura).

Domani ancora regate la mattina per sfruttare il possibile vento da nord e chiudere in bellezza prima dell’inizio del Campionato nazionale Slalom, che vedrà impegnati i migliori atleti della specialità. L’AICW- Associazione Italiana Classe Windsurf, impegnata nell’organizzazione dell’evento insieme al Circolo Surf Torbole – ha molte aspettative per l’evento clou della stagione in cui gli italiani si distinguono: oggi sono arrivati i primi big come il portacolori del circolo organizzatore Bruno Martini, Andrea Ferin (Marina Julia Monfalcone) e l’atleta olimpica di Rio Flavia Tartaglini, che in questo anno post olimpico, proverà per la prima volta a partecipare ad un Campionato Nazionale Slalom.

#WGS17 DAY2 – Treggiari sempre in testa tra i Raceboard. Nulla di fatto per la classe Formula per calo di vento.

Windsurf Grand Slam: Treggiari sempre in testa tra i Raceboard. Nulla di fatto per la classe Formula per calo di vento, domani in acqua la mattina presto con il vento da nord

Torbole – Splendida giornata di sole a Torbole, ma troppo poco vento per riuscire a disputare sia le regate della classe Raceboard, che Formula. Così nella seconda giornata dei Campionati Nazionali Assoluti “Windsurf Grand Slam” – che da giovedì vedranno la disputa anche del Campionato Slalom – organizzati nella splendida location del Circolo Surf Torbole con la collaborazione di AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) e FIV, solo i Raceboard sono riusciti a completare le due regate, mentre per i Formula Windsurfing poco dopo la partenza è stato dato l’annullamento della regata per calo di vento. Luciano Treggiari dopo il primo realizzato sabato, ha infilato altre due vittorie ed è al comando con 4 punti di vantaggio su Dario Mocchi, che se la gioca con Giacomo Dottori (li separa 1 solo punto). Grande ammirazione per Harti Loefler, sempre presente alle regate Raceboard con una passione infinita, nonostante i suoi 81 anni portati splendidamente! La classe “Formula” dunque, dopo le tre impegnative regate del primo giorno, oggi è uscita in acqua verso le 15, ma il vento non ha tenuto a sufficienza, nemmeno per far concludere la regata che era stata fatta partire e che stava offrendo un bel duello tra i primi due in classifica, Christopher Frank e Andrea Volpini. A questo punto il Comitato di regata presieduto da Franco Pagliarani per domani si gioca la carta del vento da nord del mattino: prima prova prevista alle 8:30, sperando che la levataccia possa essere ripagata da un bel vento.

#WGS17 DAY1 – Frank e Treggiari in testa dopo il primo giorno del Windsurf Grand Slam

Un inizio perfetto a Torbole per il Windsurf Grand Slam 2017 In testa Christopher Franck nella classe Formula Windsurfing. Nei Raceboard Luciano Treggiari

Iniziati con una giornata perfetta i Campionati Nazionali Assoluti per le classi Formula Windsurfing e Raceboard, organizzati dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con l’AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf) e FIV: dopo aver atteso che calasse il vento da nord verso le 15 è entrata una bella “ora” da sud sui 12/15 nodi, che ha impegnato non poco i partecipanti, che in alcuni casi erano sovrainvelati con le vele più grandi di 12,5 mq. Nella classe Formula Windsurfing con due bei recuperi attuati nei laschi del secondo lato di percorso, Christopher Frank (La Darsena Wakeboard) ha piazzato due vittorie, seguite da un secondo, che gli permettono di essere saldamente al comando della classifica provvisoria. Tutti in parità i più diretti inseguitori (5 punti dietro a Christopher): Andrea Volpini (YC Anzio East bay, 3-5-1), Oscar Pietrobelli (YC Domaso, 4-2-3) e Roberto Pasquini (Adriatico Wind Club, 2-3-4), che hanno offerto una bella battaglia agonistica in acqua. Pasquini, che nelle prime due regate era primo alla bolina, ha pagato cari errori di traiettoria commessi al lasco, perdendo posizioni preziose in entrambe le prove. Nel tardo pomeriggio sono entrati in acqua anche i partecipanti della classe Raceboard con Luciano Treggiari primo nell’unica regata disputata.

 

Windsurf Grand Slam 2017: dal 7 al 15 ottobre in gioco tre titoli nazionali

TORBOLE – Tre discipline, altrettanti titoli nazionali, una sola location, il Garda Trentino e il Circolo Surf Torbole. Questo in sintesi il Windsurf Grand Slam, evento che si svolgerà da sabato 7 a domenica 15 ottobre e che in collaborazione con l’Associazione Italiana Classi Windsurf (AICW) vedrà protagonisti i migliori riders delle discipline Formula Windsurfing, Raceboard e Slalom per contendersi i rispettivi titoli riconosciuti dalla FIV-Federazione Italiana Vela. Il Circolo Surf Torbole punta tutto su Bruno Martini per la conferma del titolo Slalom, ma non mancano di certo i giovani.

Dopo aver apprezzato il Garda Trentino anche senza vento e vele grazie alla prima edizione della SUPLONGA Marathon disputata la seconda settimana di settembre, al Circolo Surf Torbole si torna alle origini, alle regate di windsurf di massimo livello. E oggi anche il windsurf si adegua alla tendenza che vuole raggruppare più classi di una stessa disciplina o genere velico in un unico evento, così come ad esempio succede per il Campionato Italiano Classi Olimpiche di vela. A Torbole sarà la volta della regina delle discipline dell’Alto Garda che ha reso così famosa Torbole stessa, grazie al windsurf, nelle sue specialità definite qualche anno fa più generalmente funboard: partendo dal più tradizionale Raceboard e arrivando al Formula Windsurfing e Slalom, in cui i materiali sono avanzatissimi. Il Circolo Surf Torbole, ad 1 solo anno dal giro di boa dei suoi 40 anni dalla fondazione, torna protagonista in quelle classi, che negli anni 90 hanno fatto vivere un  vero e proprio boom del windsurf nelle località dell’Alto Garda, contribuendo all’indotto economico del territorio. L’evento “Windsurf Grand Slam” è diviso in due parti: dal primo week end (7-11 settembre) saranno impegnati i regatanti delle classi Formula e Raceboard, mentre nella seconda parte della settimana (12-15 settembre) sarà la volta dello Slalom, con atleti che arrivano direttamente dalla Coppa del Mondo.

Carlo Cottafavi, presidente dell’AICW, che ha ideato il Windsurf Grand Slam 4 anni fa:

[mk_blockquote style=”line-style”  align=”left”]Spero che quest’anno faccia vento perchè negli ultimi anni non abbiamo avuto molta fortuna; siamo passati dai 30 nodi della prima edizione unificata in Sardegna a via via sempre meno vento fino a non riuscire a disputare lo Slalom nel 2016 proprio a Torbole. La manifestazione per molti atleti è un’ottima occasione per farsi conoscere in un’unico evento, che concentra il meglio dei windsurfisti nazionali. Quest’anno sono state accolte le richieste di chi voleva partecipare ad una sola disciplina come il caso del Formula, che si svolgerà nella prima parte della settimana insieme alla classe Raceboard, dal 7 all’11 ottobre. Per lo Slalom invece aspetteremo gli atleti impegnati a Sylt nel PWA (Circuito mondiale professionistico). E’ sempre un problema gestire il calendario con le tantissime concomitanze nazionali, internazionali e di altre classi di tavole (l’olimpica RS:X e la giovanile Techno 293). Speriamo che il periodo ci regali belle giornate ventose così come successo lo scorso anno in occasione del mondiale Techno 293, che nonostante la stagione autunnale, ha regalato ottime condizioni di vento[/mk_blockquote]

[vc_video link=”https://www.youtube.com/watch?v=QH3u4oX1QeQ”]

Alcuni nomi che potrebbero conquistare il titolo tra i Formula sono quelli di Dario Mocchi e Christofer  Franck. Nello Slalom l’Italia ha davvero tanti atleti di caratura internazionale, già a podio se non vincitori di Campionati del Mondo IFCA e titolo pro nel PWA slalom (Rosati, Iachino, Begalli).

[mk_blockquote style=”line-style”  align=”left”]Tra coloro che si contenderanno il titolo nazionale a Torbole sicuramente il portacolori del Circolo Surf Torbole – campione in carica Bruno Martini, insieme ad altri giovani come il compagno di circolo Alessandro Iotti, neo campione nazionale giovanile under 17 e Jacopo Renna[/mk_blockquote]

ha dichiarato Armando Bronzetti Presidente del Circolo Surf Torbole. Poi tra i giovani ci saranno Francesco Scagliola (reggino, campione del mondo Slalom Junior all’Almanarre, Francia e attuale campione nazionale giovanile U20), Davide Meloni (cagliaritano quarto all’europeo slalom youth 2016), Mattia Onali, cresciuto nella scuola cagliaritana del Techno 293 (vincendo anche il titolo mondiale U15 a S. Francisco) e ora tra i migliori giovani slalomisti.

Novità di quest’anno la possibilità di disputare – in caso di vento non sufficiente per regatare regolarmente (c’è un minimo previsto di 7 nodi per i Formula/Raceboard e 11 in partenza per lo Slalom) esibizioni con tavole “foil”, che permettono di volare in condizioni di vento davvero minimo.