Sofia Renna regina a Marsiglia

Sofia Renna a Marsiglia ha vinto la MED CUP WINDSURF nella categoria Techno 293 Under 17 femminile, piazzando due primi, quattro secondi e un quinto scartato. Ha preceduto di 2 punti la francese Bruche e di addirittura 15 la spagnola Fernandez. Una buona occasione di allenamento in condizioni climatiche eccellenti e un buon test di inizio stagione! Classifiche >

La conclusione della Coppa Italia Techno 293 ed RS:X

Dalle emozioni delle Olimpiadi Giovanili con l’argento di Nicolò Renna, ai costanti miglioramenti di tutta la squadra CST, che a Malcesine ha disputato l’ultima tappa della Coppa Italia

Vincono la Coppa Italia Techno 293 2018 Rocco Sotomayor (CH4), Sofia Renna (U15) e Nicolò Gatti (Techno Plus)

Secondo week end lungo per la flotta Techno 293 e RS:X, che dal 12 al 15 ottobre – proprio nel finale delle Olimpiadi Giovanili – si è trovata a chiudere la stagione agonistica con la IV tappa di Coppa Italia, organizzata alla Fraglia Vela Malcesine. “Ora” leggera nei primi due giorni e una pelerata importante (20 nodi e 25 sotto raffica) domenica mattina, hanno permesso di portare a casa 8 prove per una tre giorni impegnativa. La squadra del Circolo Surf Torbole si è presentata con ben 15 ragazzi, la dimostrazione che il grandissimo Nicolò Renna rappresenta la punta dell’iceberg di quello che il circolo, con il coach Dario Pasta, sta portando avanti. Attorno a Nicolò stanno crescendo tanti ragazzi, che ora – dopo la vittoria dell’argento olimpico – avranno ancora più voglia di allenarsi e migliorarsi. La squadra ha nuovi piccoli surfisti come Mathias Bortolotti, new entry premiato alla Coppa Primavela, perchè il più giovane della manifestazione. Mathias, ha concluso nono con addirittura un primo parziale: per essere al suo primo mese di attività ha dimostrato grandi doti agonistiche e tecniche, che fanno anche ben sperare per il futuro. Nei CH4 Rocco Sotomayor per l’ennesima regata ha combattuto fino alla fine con Nicolò Nevierov, ancora una volta più costante nelle vittorie rispetto a Rocco: sei contro due di Rocco, scambiandosi i secondi parziali. Secondo posto di tappa dunque per il sempre mitico Rocco, ma vittoria della Coppa Italia 2018 dopo le quattro tappe! Tra le quote rosa Anna Polettini ha concluso sempre nei CH4 al quarto posto assoluto con ben 3 primi parziali e prima di categoria, mentre ha chiuso seconda nella classifica finale di Coppa Italia. Passando ai più grandicelli della categoria under 15 Sofia Renna tornata il giorno prima da Buenos Aires, dove ha potuto vivere un’esperienza pazzesca con la squadra Trentina che ha vinto il viaggio alle Olimpiadi con Kinder + Sport, ha avuto naturalmente un avvio un po’ in salita per poi riprendersi la domenica con il ventone. Sofia ha chiuso al secondo posto assoluto e prima tra le donne: un riscatto che speriamo le sia da stimolo in vista degli europei in programma in Grecia dal 20 al 27 ottobre. Sofia si è aggiudicata la Coppa Italia (già conquistata con una prova di anticipo). Tra i maschi Jacopo Gavioli ha chiuso al sesto posto assoluto, terzo dei maschi; ha fatto bellissime regate recuperando bene (3-4-5 i migliori parziali). Tommaso Fumagalli (alias Pompetta) ha chiuso al 15° posto assoluto; Sara Pesce 26^, Michele Rosà -che ha rotto l’albero domenica-35°. Massimo Giovanazzi, Cristiano Dari, Sofia Toblini e Tommaso Polettini a seguire. Bravissimo anche Nicolò Gatti che ha vinto la Coppa Italia nei Techno Plus.

Il Circolo Surf Torbole era presente anche nella classe RS:X con il gradito ritorno alle regate di Riccardo Renna, che nella giornata di vento ha piazzato due primi e un secondo, chiudendo però fuori dal podio per le difficili regate con vento leggero.

[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] “Sono molto contento della costanza che hanno dimostrato in questa ultima tappa i bambini e i ragazzi della squadra – ha commentato il coach Dario Pasta – la loro capacità di saper regatare in qualsiasi condizione di vento mi rende molto felice perchè è una qualità fondamentale.[/mk_blockquote]

Classifiche >>

testo: Elena Giolai©CST

Argento olimpico! Immenso Nicolò!

Il Circolo Surf Torbole, per la prima volta presente alle Olimpiadi con un proprio atleta, centra subito l’obbiettivo con una medaglia d’argento conquistata nelle tavole a vela da un immenso Nicolò Renna

Buenos Aires, Argentina – Quale miglior modo di festeggiare i 40 anni di attività del Circolo Surf Torbole addirittura con una medaglia d’argento olimpica conquistata da Nicolò Renna, dopo una stagione a dir poco fantastica. Sostenuto dalla famiglia e dal grande Vasco Renna, pioniere del windsurf, ma anche continuamente impegnato a sostenere il movimento del windsurf giovanile durante la sua lunga evoluzione, Nicolò ha centrato quell’obbiettivo che non si fermava certo nella partecipazione olimpica, ma – ora possiamo dirlo – nella conquista di una medaglia. Con l’allenatore del circolo surf Torbole Dario Pasta e naturalmente il tecnico federale Mauro Covre, il sogno si è avverato e il Garda Trentino si può finalmente fregiare di una medaglia olimpica giovanile in quella disciplina, la tavola a vela, che ha reso così famoso l’alto Garda e Torbole in particolare. Una medaglia olimpica che è giovanile (terze olimpiadi youth della storia) e per questo forse ancor più importante, perchè ripaga dei sacrifici che i tanti circoli del lago di Garda e della XIV Zona FIV – e in particolare il Circolo Surf Torbole – fanno per i giovani; quei giovani che spesso, nelle olimpiadi senior, non rappresentano più alcuna società federale perchè la realtà delle ultime edizioni è a favore dei gruppi sportivi militari, annullando di fatto la partecipazione dei circoli FIV, che tanto investono nelle attività di base e giovanili.

Grande festa dunque anzitutto nella famiglia Renna, che alla vigilia delle Olimpiadi di Buenos Aires stava già vivendo in una favola sportiva, dato che anche Sofia ha vinto il viaggio in Argentina, grazie alla vittoria con la squadra trentina ai giochi di efficienza motoria al Trofeo CONI Kinder + Sport. Ma la favola si è di giorno in giorno ingrandita fino a diventare realtà nel momento in cui quella medaglia sudata dal bravissimo e costante Nicolò è stata addentata, così come si fa nelle massime manifestazioni sportive. Nicolò ha combattuto come un leone contro il greco Kalpogiannakis (degno erede dell’oro olimpico sempre nelle tavole Niko Kaklamanakis) che non ha mail mollato; addirittura nelle ultime quattro prove prima della finalissima non scartabile è stata una sorta di match race dato che i due leader della classifica generale si sono scambiati pari volte due primi e due secondi posti. Nicolò si è presentato alla regata finale di venerdì con un distacco dal greco di 7 punti e ben 20 dal terzo, il britannico Hawkins. Il colore della medaglia (oro o argento) si decideva con l’ultima, difficile prova nelle marroni acque del Rio de la Plata, a San Isidro. Dopo la penultima giornata fredda, ma perfetta dal punto di vista della prestazione di Nicolò (2-2-1) il fiato è rimasto sospeso per tutti i sostenitori di Nicolò e naturalmente dell’altra azzurra leader della classifica femminile Giorgia Speciale, in testa fin dalle prime prove. Il finale è stato fantastico perchè Nicolò ha confermato il secondo posto guadagnando un bellissimo argento e la compagna di squadra e allenamenti spesso a Torbole Giorgia Speciale, ha vinto addirittura l’oro. Un risultato che sicuramente rende merito al percorso tracciato da Alessandra Sensini, prima come atleta olimpionica e ora come direttore tecnico giovanile FIV.

“Sono davvero contento, emozionato, per questo bellissimo risultato di Nicolò; una medaglia olimpica è una cosa unica per uno sportivo e per Nicolò si conclude nel migliore dei modi una grandissima e lunghissima stagione agonistica – ha commentato il coach Dario Pasta.

E il presidente del Circolo Surf Torbole Bronzetti:”Un risultato eccezionale! Nicolò si conferma il campione che è dentro e fuori dall’acqua con questo splendido argento, nonostante le condizioni non ottimali per lui trovate sul Rio della Plata. Inoltre è prima medaglia olimpica per il nostro Circolo, il che ci rende orgogliosi e ci dà ancora più carica a proseguire con l’impegno rivolto ai giovani. Questa vittoria conferma il Garda Trentino come palestra ottimale per queste discipline: l’appuntamento pre-olimpico è fissatp per l’anno prossimo per l’evento clou della stagione olimpica verso Tokyo 2020 con i mondiali RS:X, durante i quali molti si giocheranno la partecipazione olimpica”.

classifiche: https://www.buenosaires2018.com/results/en/sailing/overall-results-t293-plus–men.htm?lng=it

 

 

testo: Elena Giolai©CSTorbole

Una storia sportiva, che sembra una bella favola

Al Circolo Surf Torbole accadono storie, che sembrano favole

Nicolò, figlio d’arte di Vasco è partito per le Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires. La sorella Sofia, vincendo con gli altri atleti del Trentino i test di efficienza motoria al Trofeo CONI Kinder + Sport di Rimini, vince anche il viaggio per andare a seguire le stesse Olimpiadi a cui partecipa il fratello nella disciplina windsurf Techno Plus

È quando ti arriva il “corredino” del CONI Italia Olympic Team, che ti rendi conto che il sogno ormai è realtà ed è ora di far sognare i propri amici, parenti, compagni di squadra, tifosi dando il meglio di te stesso e, possibilmente, centrare l’obbiettivo conquistando quella medaglia per cui tanto ti sei allenato e sacrificato. E così è arrivato anche il momento di Nicolò Renna, che con la squadra azzurra FIV è partito in divisa Italia Olympic Team, destinazione Buenos Aires, terze Olimpiadi Giovanili della storia, dopo Singapore e Nanchino (Cina). Ed è la prima volta che un atleta del Circolo Surf Torbole raggiunge una partecipazione olimpica, riportando il Garda Trentino al centro del mondo windsurfistico, anche nelle regate giovanili di massimo livello come l’Olimpiade, dopo i tanti mondiali organizzati, disputati e vinti. Merito anche della squadra che si è creata al Circolo Surf Torbole grazie all’impegno e alla professionalità del coach Dario Pasta, che dopo aver qualificato nel 2014 a Nanchino la siciliana Giulia Alagna nella sua Palermo per il circolo Albaria, ha centrato nuovamente l’obbiettivo questa volta con Nicolò, a Torbole.

Armando Bronzetti:
[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] Domenica al circolo, ho salutato Nicolò con gli occhi lucidi, ma con tanta gioia nel cuore. Lui si merita questa partecipazione per l’impegno, la voglia e la passione che da quando aveva pochi anni ha sempre coltivato. Spero riesca a fare un bel risultato, però questo é già un risultato. A tuono Nico!
[/mk_blockquote]

Quella della famiglia Renna sembra una bella favola, che riempie il cuore di gioia, dato che oltre ad una tradizione che prosegue dopo che papà Vasco ha fatto da pioniere sia come windsurfista, che come scuola specializzata tra le più famose in Europa, è arrivata anche la ciliegina sulla torta con l’Olimpiade Giovanile e non solo, perchè ci ha messo del suo anche la sorella Sofia per fare di questa storia sportiva una bellissima favola. Sofia, la minore dei 4 fratelli Renna, 15 giorni fa partecipando a Rimini al Trofeo CONI Kinder + Sport nella disciplina tavole a vela, ha partecipato anche ai giochi di efficienza motoria insieme agli altri atleti del Comitato Provinciale CONI Trento, vincendoli: premio in palio il viaggio a Buenos Aires proprio per assistere alle Olimpiadi Giovanili e quindi la possibilità di vedere e sostenere anche il fratello! Nicolò, dopo un periodo di riposo per riprendersi dall’intensissima stagione agonistica, è pronto ora per affrontare il momento più importante della sua vita sportiva, che lo vedrà impegnato in regata sul Techno Plus dal 7 al 12 ottobre, giorno in cui al Club Nautico San Isidro, sul Rio de la Plata, saranno assegnate le medaglie per le tavole a vela.
Insieme al windsurf ci sarà anche il Kite femminile e il multiscafo misto Nacra 15, con impegnato al timone l’altro atleta trentino Andrea Spagnolli, cresciuto tecnicamente sempre sulle acque del Garda Trentino e da bambino tra le fila della squadra Optimist della Fraglia Vela Riva. Un successo anche per la XIV Zona FIV-lago di Garda, che schiera dunque due atleti a Buenos Aires.

Dove seguire tutti gli aggiornamenti di Nicolò e tutti gli atleti: https://www.buenosaires2018.com

https://www.buenosaires2018.com/sports/0a8d11f1-b9bf-4af0-a173-466a81794d45?lng=it

TESTO: Elena Giolai ©CST

RASSEGNA STAMPA

RIW MAG >>
NAUTICA >>
PRESSMARE >>

A Talamone titolo italiano U17 Slalom giovanile per Alessandro Iotti

A Talamone (Grosseto) si è disputata un’edizione del Campionato Italiano Giovanile Slalom Firerace 120 molto significativa: per la prima volta sono scesi in acqua giovani windsurfisti suddivisi nelle tre categorie under 15-under 17 e under 20 sulla nuova classe riconosciuta dalla FIV Federazione Italiana Vela quale propedeutica slalom under 20, che mette in campo tavole uguali monotipo modello RRD firerace 120 per tutti, anche se con vele personali nelle metrature scelte. Un importante step per la disciplina Slalom giovanile, che sostenuta dall’AICW, Associazione Italiana Classe Windsurf – vuole offrire ai ragazzi un’opportunità per regatare nella disciplina slalom senza avere alibi su tavole e pinne dalle continue evoluzioni e dai crescenti costi. Il Circolo Surf Torbole, come sempre in prima linea sull’attività dedicata ai giovani, è stato a Talamone con 5 ragazzi della categoria under 17, accompagnati dal coach Roberto Pasquini e dal Presidente Armando Bronzetti: una trasferta sicuramente positiva da più punti di vista, che ha visto Alessandro Iotti protagonista con la conquista del gradino più alto del podio negli under 17 dopo le sei heat disputate in condizioni di vento che solo in una giornata sono state utili per regate regolari, con raffiche più distese rispetto agli altri giorni sui 12-16 nodi. Iotti ha preceduto di oltre 3 punti il siciliano Nicolò Prestipino e il gallurese Dennis Porcu. Peccato che il portacolori del Circolo Surf Torbole Andrea Annoni, che per soli 0,3 punti non ha raggiunto il podio, piazzandosi al quarto posto. A seguire gli altri della squadra Tommaso Polettini , Mattia Ferraresi e Giovanni Boretto. Ottima l’organizzazione anche a terra del circolo TWKC, che ha accolto i regatanti e gli accompagnatori nel migliore dei modi. “Sono molto contento di aver vinto questo Campionato, perchè il primo riconosciuto dalla FIV Federazione Italiana Vela per lo slalom giovanile; non è stato facile vincere perchè avevo la vela non in ordine con alcune rotture, che non permettevano di rendere il massimo della potenza” – ha commentato al suo ritorno Alessandro Iotti.

I risultati CST a Coppa Primavela e Campionati Italiani Giovanili FIV

Medaglie tricolori nei Techno under 15 e under 17 con Sofia Renna e Gabriele Guella

Coppa Primavela e Campionati Italiani FIV di Viareggio impegnativi per tutti i partecipanti che hanno trovato condizioni difficili. Il Circolo Surf Torbole presente alla Coppa Primavela con 6 “kids”: 4 CH4, che hanno partecipato alla Coppa del Presidente con Rocco Sotomayor, Anna Polettini, Lorenzo Benamati e Davide Rigatti e 2 CH3 in gara per la Coppa Primavela con Mathias Bortolotti e Amy Miorelli. Per gli ultimi quattro la prima esperienza in assoluto. “Sono contento a metà – ha commentato l’allenatore Dario Pasta – ho portato 6 ragazzini, di cui 4 alle prime armi: Rocco Sotomayor e Anna Polettini hanno fatto quarto e quinta-prima delle donne- ma hanno sofferto un po’ la tensione della regata perchè erano potenziali da podio. Le condizioni di onda e corrente non sono state facili da gestire, così come la tensione della manifestazione, che rappresenta il principale appuntamento nazionale per la loro età. Sono contento di aver portato 4 nuovi atleti, tra cui il più giovane partecipante alla manifestaizone, che ha ricevuto il premio speciale per il più piccolo; un’ottima vetrina per il Circolo Surf Torbole che continua ad essere tra i circoli di riferimento per l’attività giovanile agonistica della tavola  a vela”.

Ai Campionati Italiani Giovanili Techno 293 – disputati dopo la Coppa Primavela sempre a Viareggio, bel risultato per Sofia Renna che ha vinto tra le donne e conquistato un bel terzo posto assoluto; Gabriele Guella bronzo negli under 17 maschili; Jacopo Gavioli nell’under 15 ha chiuso quinto a pochi punti dal podio, così come Sara Pesce tra le femmine. La squadra non era al completo per vari motivi (5 su 13), ma i portacolori del Circolo Surf Torbole hanno raggiunto il podio o appena dietro, dimostrandosi sempre al top delle classifiche nazionali dai più piccoli ai più grandi. “Mi ritengo soddisfatto perchè le condizioni erano molto difficili con vento da terra, a volte da mare, corrente, onda; abbiamo fatto solo 4 prove in 4 giorni, un po’ poco per un campionato italiano” – ha commentato il coach Dario Pasta – “Sofia ha confermato la sua leadership in campo femminile under 15; Guella, detto Il Gabba ha confermato un ritorno convinto e convincente nei risultati; una bella medaglia per lui tra gli under 17 davanti ad atleti che hanno dominato nell’attività U17”.

Nessun atleta tra gli RS:X per il dovuto riposo di Nicolò Renna che dopo una stagione a dir poco impegnativa non stop di regate tra Techno e RS:X, –  che ha portato risultati incredibili – deve riprendersi prima di affrontare l’impegno dell’Olimpiade Giovanile. Nicolò ha risentito della stanchezzasoprattutto mentale nell’ultimo Campionaato Europeo RS:X di Sopot, in cui ha raggiunto una comunque ottima settima posizione finale, essendo stato sempre secondo o terzo. Ovviamente c’è stato un po’ di rammarico non finire nella posizione da podio, così come lo è stato in quasi tutto il Campionato, ma è stato un segno dell’inevitabile stanchezza, che si è presentata a Sopot e di cui atleta e allenatore sono serenamente consapevoli. Ora l’obbiettivo è ben altro con Buenos Aires ad ottobre!

Classifica Techno under 15 >>

Classifica Techno under 17 >>

Iotti Campione Europeo IFCA Slalom Junior

A Bol, Croazia Alessandro Iotti Campione Europeo IFCA Slalom Junior; Bruno Martini terzo nel “Grand Prix Craotia”

In Polonia Nicolò Renna è terzo ai Campionati Europei RS:X categoria youth; da giovedì regate in Gold Fleet e sabato assegnazione dei titoli continentali

Nuovi importanti allori per il Circolo Surf Torbole, grazie ai risultati dei suoi giovani atleti, che in tutte le classi (Techno, RS:X e ora anche Funboard Slalom IFCA e Coppa del Mondo) continuano a conquistare prestigiosi titoli, che danno lustro e rendono ancor più particolare il quarantesimo compleanno del circolo presieduto da Armando Bronzetti. Bel titolo europeo Slalom junior IFCA (International Funboard Class Association) conquistato da Alessandro Iotti in Croazia dopo aver concluso tre tabelloni di slalom: Iotti ha battuto Tom de Vries (Aruba) e il tedesco Schot. “Nei primi due tabelloni abbiamo regatato con vento al limite, molto leggero e solo nell’ultimo giorno ci sono state condizioni più standard con circa 18 nodi. È andata bene e sono soddisfatto di questo titolo Junior!” ha commentato Alessandro Iotti al suo rientro a Torbole. Podio anche per Bruno Martini, in regata nella categoria senior e quindi per la sola tappa “Grand Prix Croatia” e non per il Campionato Europeo IFCA –“Un terzo posto sofferto per il vento leggero dei primi due tabelloni e un errore in partenza nella seconda heat– ha raccontato Bruno –nell’ultima finale con vento più regolare ho dato il tutto per tutto, ma non sono riuscito a migliorare il terzo posto finale, che comunque è un buon risultato dato che il livello era alto”. In Croazia anche il socio Markus Purwitzer, quinto categoria grandmaster.

A Sopot, in Polonia, ai Campionati Europei RS:X, iniziate le regate della Gold Fleet per Nicolò Renna, dopo le qualifiche dei primi due giorni. Eterna lotta nella categoria Youth tra il portacolori del Circolo Surf Torbole e i francesi Pianazza e Pouliquen, rispettivamente primo e secondo. Nicolò, dopo una brutta prima prova per il vento estremamente oscillante, ha proseguito serenamente, infilando tre primi, un quarto e un quinto, che gli permettono ora di entrare in gold fleet in parità di punteggio con il secondo. Il Campionato si deciderà sabato 25 agosto con l’assegnazione dei vari titoli continentali dell’attuale classe olimpica RS:X senior.
LINK:
IFCA GP Croazia: http://www.rsxclass.org/europeans2018/results/youth-men-europeans/
Classifica Europei RS:X: http://www.rsxclass.org/europeans2018/results/youth-men-europeans/

Nicolò Renna oro mondiale Techno Plus 2018!

L’Italia conquista l’oro anche con gli anconetani Giorgia Speciale e Alessandro Graciotti
Il portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna conquista una bellissima medaglia d’oro al Mondiale Techno in Lettonia, mantenendo la stessa situazione e vantaggio del penultimo giorno, in quanto sabato non si sono svolte ulteriori prove delle tre possibili, per mancanza di vento. A poche settimane dal mondiale giovanile in Texas (corso con le tavole olimpiche senior RS:X), durante il quale Nicolò con l’ultima regata in formula medal race a punteggio doppio, era passato da primo a terzo, il vento è cambiato: Renna è stato quasi sempre in testa e con le ultime due giornate si è guadagnato quel vantaggio sugli avversari che ha fatto la differenza, consegnandogli un meritatissimo oro, davanti al greco Kalpogiannakis e al francese Pouliquen.
La dichiarazione di Nicolò Renna appena rientrato vittorioso: [mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] “Campionato lungo, difficile per le condizioni meteo e del mare, ma allo stesso tempo è stato bello da vincere perchè c’erano tutti gli avversari delle prossime olimpiadi giovanili. È stato un buon metro di confronto in vista proprio dell’appuntamento di Buenos Aires; sebbene non ci eravamo posti questo Campionato come obbiettivo principale della stagione è stato un’ottima cosa vincerlo! E la settimana prossima andrò già agli europei RS:X a Sopoth, Polonia”.[/mk_blockquote]
Per l’Italia e se vogliamo anche per il Circolo Surf Torbole, è stato un doppio oro: i due atleti a convocazione FIV perchè già selezionati alle olimpiadi giovanili di Buenos Aires Nicolò Renna e l’anconetana Giorgia Speciale (che spesso si allena sul Garda Trentino al Circolo Surf Torbole), sono stati “guidati” dal coach del CSTorbole Dario Pasta, che per l’occasione si è trovato anche nelle vesti federali; entrambi hanno centrato l’obbiettivo realizzando una gloriosa doppietta azzurra, confermando il windsurf azzurro al top del mondo. I complimenti vanno dunque anche all’allenatore Pasta, che ha saputo condurre i due atleti azzurri al meglio della performance, nonostante avesse in carico anche il resto della squadra del Circolo Surf Torbole, presente al mondiale lettone con Sofia Renna, Edoardo Tanas, Nicolò Gatti, Gabriele Guella e Jacopo Gavioli.
Gli altri ragazzi del circolo presieduto da Armando Bronzetti si sono ottimamente comportati in un campo di regata non facile per la presenza di onda formata, elemento a cui i lacustri non sono allenati: negli junior F Sofia Renna nell’ultimo giorno ha cercato il riscatto ed è risalita di 3 posizioni concludendo al sesto posto assoluto, in un podio monopolizzato dalle israeliane. Tra i maschi Jacopo Gavioli ha concluso ventidueesimo nella categoria in cui l’Italia ha vinto con l’altro anconetano, compagno di squadra della Speciale (della SEF Stamura Ancona), Alessandro Graciotti. Negli youth ottimo Edoardo Tanas, settimo finale, così come il parziale della regata conclusiva, seguito al trentaduesimo da Gabriele Guella. Nella stessa categoria di Renna, Nicolò Gatti ha chiuso sedicesimo.
Grande annata dunque per i colori del Circolo Surf Torbole, che insieme ai successi organizzativi delle regate proposte sul Garda Trentino sta mietendo successi internazionali di assoluto valore e ora punta direttamente alle Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires, di cui questo Campionato del Mondo lettone ha rappresentato un buon test.
L’allenatore FIV e del Circolo Surf Torbole Dario Pasta:[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”] ”Sono molto soddisfatto di tutti i ragazzi; onestamente mi aspettavo qualcosina di più da Sofia Renna per come si era preparata e come è andata finora in campo nazionale. Il risultato di Nicolò non era un obbiettivo stagionale, ma era importante fare bene e controllare gli avversari che saranno gli stessi dell’Olimpiade di ottobre a Buenos Aires. Con i più piccoli del Circolo Surf Torbole nel Techno si cercherà di far meglio all’europeo in Grecia a fine ottobre, mentre con i più grandi ora Nicolò va agli europei RS:X in Polonia e tutti gli altri ai Campionati italiani FIV di Viareggio i primi di settembre. La soddisfazione personale è quella di aver portato a termine la mia missione FIV con la doppietta Renna-Speciale e confermare il risultato dell’Europeo di Mondello dello scorso aprile. Sono dunque molto contento, anche se è stata una trasferta lunga e pesante, ma il gradino più alto del podio ripaga di tutto! L’attesa dell’ultimo giorno è stata abbastanza stressante: meno per Nicolò che comunque bastava controllasse eventualmente gli avversari nelle ultime regate, molto di più per Giorgia Speciale, che con quel solo punto di vantaggio si giocava tutto nelle eventuali ulteriori prove, che poi non sono state fatte”.[/mk_blockquote]
Info evento: http://worlds2018.techno293.org

Nicolò Renna sempre più in testa al mondiale Techno Plus in Lettonia

Con un primo di giornata distacca di ulteriori 3 punti (13 in tutto) il greco Kalpogiannakis

Sabato conclusione e assegnazione dei titoli iridati con possibili 3 regate per la categoria di Renna (15 totali), 1 per i più giovani

Il penultimo giorno del Mondiale Techno in Lettonia ha visto regatare solo gli atleti della categoria Techno Plus maschile (classe olimpica giovanile per Buenos Aires 2018), dato che l’arrivo di un temporale ha fatto rientrare velocemente la flotta, impedendo poi di proseguire con altre regate. L’unica prova disputata è stata comunque positiva per il portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna, che in condizioni di vento medio sui 16-18 nodi ha vinto su tutti. Complice la squalifica per partenza anticipata dell’argentino Kopp, primo – anche se inutilmente – sulla linea di arrivo. Dopo le 12 regate corse finora Renna è saldamente al comando con 13 punti di vantaggio sul greco Kalpogiannakis (quinto nell’ultima regata) e 14 sul francese Pouliquen. Si avvicinano alla zona podio gli israeliani Vardimon e Zzror, rispettivamente secondo e terzo nell’unica prova disputata venerdì e a soli 2 e 7 punti dal terzo della classifica provvisoria. Sabato ultimo giorno di questo impegnativo e lungo mondiale della classe giovanile delle tavole a Vela Techno, si potranno disputare 3 regate per i maschi della categoria Plus, 4 per le femmine – con l’azzurra Giorgia Speciale prima, ma in una situazione assai più delicata rispetto a Nicolò Renna, dato che è in parità con la francese Pianazza. In Lettonia è stato convocato come coach ufficiale  per la FIV Federazione Italiana Vela, l’allenatore del Circolo Surf Torbole Dario Pasta, che ha finora gestito gli atleti top Speciale e Renna, parallelamente alla squadra dei più giovani del Circolo, che nella giornata conclusiva cercherà di farsi onore in un evento di altissimo livello e che sicuramente lascerà importanti tasselli di esperienza tecnica, considerate le condizioni marine incontrate.

testi: Eena Giolai©CST

Nicolò Renna in testa al mondiale Techno 293 a 4 prove dalla fine

Ennesimo impegno internazionale per il portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna, che a 4 prove dalla conclusione è in testa con il discreto margine di 10 punti al Mondiale Techno 293 in Lettonia, evento dal livello altissimo con in regata tutti i rappresentanti delle prossime Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires

Si stanno difendendo bene anche gli altri atleti più giovani del Circolo Surf Torbole, che stanno trovando condizioni marine non facili

Liepāja, Lettonia – Corsa per la conquista di una medaglia, che al momento potrebbe essere anche d’oro, per Nicolò Renna, che – insieme alla squadra del Circolo Surf Torbole, sta affrontando le ultime due giornate del Campionato del Mondo Techno 293 e Plus, in Lettonia. Dopo tre giorni (mercoledì) i primi tre della classifica provvisoria della categoria dei più grandi, la Techno 293 Plus, la stessa delle prossime Olimpiadi Giovanili a cui Nicolò è già stato convocato, erano in posizione di assoluta parità. Con le ulteriori tre prove di giovedì in condizioni di vento forte (20-22 nodi) Nicolò ha distaccato di ben 10 punti il secondo classificato, il francese Pouliquen, che è invece rimasto in parità con il greco Kalpogiannakis, terzo; nella quarta giornata infatti Renna ha piazzato due secondi posti sempre alle spalle dell’argentino Koop, seguiti da un ritiro per errore di percorso- causato dalla contemporanea uscita in mare della categoria femminile che ha creato un po’ di confusione nel campo di regata. Ritiro che è stato possibile comunque scartare con l’inserimento del secondo scarto sulle 11 regate disputate finora e di conseguenza dare la possibilità a Renna di allungare sugli avversari. Tra gli altri partecipanti torbolani nella categoria junior Sofia Renna è scesa – dopo essere stata quarta nei primi giorni – al nono posto; discretamente Jacopo Gavioli- il più giovane della trasferta-, ventunesimo; negli youth Edoardo Tanas è nono, con parecchi alti e bassi (anche un primo e secondo tra i migliori parziali), 36° Gabriele Guella rientrato alle regate dopo due anni di stop forzato e quindi molto bravo ad entrare già in Gold fleet. Per l’Italia e la Federazione Italiana Vela insieme a Nicolò Renna si sta giocando il titolo anche Giorgia Speciale, l’atleta anconetana già vincitrice al mondiale disputato a Torbole due anni fa in cui conquistò il record di podi iridati consecutivi (allora 5). Venerdì e sabato ultime regate sperando che la regolarità che contraddistingue Nicolò Renna possa mantenersi sempre stabile per poter conquistare quel podio-se non il gradino più alto-, che al mondiale dello scorso anno in Francia, mancò per un soffio arrivando quarto.

Classifiche youth plus: http://worlds2018.techno293.org/results/youth-plus-male