Verso il gran finale la Torbole Techno 293 /RS:X Week

Ancora vento e regate per tutte le classi e categorie

Prosegue in planata la settimana dedicata al windsurf soprattutto giovanile, organizzata al Circolo Surf Torbole e con impegnati circa 250 atleti tra la classe Techno 293 ed RS:X. Conclusa la prima parte della Slalom Cup e Long distance per la giovanile Techno, da giovedì a sabato è iniziata la fase di Coppa Italia per entrambe le classi, con in acqua, in due campi di regata distinti, sette categorie Techno e 2 dell’olimpica RS:X. Un gran via vai di tavole e vele sul lungolago antistante il Circolo Surf Torbole e poi sulle acque del Garda Trentino con le coloratissime vele in decisa planata in tutte e tre le prove disputate venerdì, che sono seguite alle ulteriori tre di giovedì. Sabato la conclusione di questa super settimana che ha fatto ritrovare tutti i migliori giovani windsurfisti da tutta Italia.

Per quanto riguarda la classe Techno in testa nelle rispettive categorie, divise in base all’età i seguenti atleti: tra i più piccoli Pierluigi Caproni (Windsurfing Club Cagliari), una fortissima Alice Evangelisti (LNI Civitavecchia) nei CH4 che con 6 primi e un quarto è in testa con 10 punti di vantaggio sul secondo; un’infilata di 6 primi negli under 13 per Luca Barletta (Adriatico WInd Club Ravenna), negli under 15 in testa sempre il greco Kalpogiannakis, con il cagliaritano (Windsurfing Club) terzo e primo italiano. Anita Soncini (Tognazzi Marine Village) prima femmina U15; passando agli under 17 in testa il rivano Alessandro Josè Tomasi (LNI Riva del Garda), tallonato da Graciotti (Stamura Ancona); Sofia Renna (Circolo Surf Torbole) in testa tra le ragazze e tredicesima assoluta. Tra gli RS:X senior, posizioni da podio tutte estere con il polacco Myszca in testa; negli youth primo Simone Antonucci (LNI Civitavecchia) con Aurora De Felici prima femmina (Windsurfing Shilling Center). Negli Experience in testa Gomez Paloma Filippo (RYCC Napoli) e la compagna di circolo Maria Chiara Sasso, prima delle ragazze e terza assoluta.

———————————–
Classifiche Techno: https://www.circolosurftorbole.com/it/eventi/eventi-2019/torbole-293-italian-week/
Classifiche RX:S https://www.circolosurftorbole.com/it/eventi/eventi-2019/3-tappa-coppa-italia-rsx/
VIDEO GIOVEDI: https://youtu.be/ca7bRrKUALg
VIDEO VENERDI: https://youtu.be/_CCb5_6r9ZQ
PHOTO GALLERY COURSE RACE: https://flic.kr/s/aHsmF3P28e

[TRAINING] Il mondo della tavola olimpica sul Garda Trentino e al CST

Il mondo del  windsurf olimpico sul Garda Trentino e al Circolo Surf Torbole per allenamenti
 
Anche la Federazione Italiana Vela ha scelto il Garda per numerosi raduni tecnici, non solo della tavola olimpica, ma anche per altre classi giovanili come 29er e Laser
Circolo Surf Torbole e il Garda Trentino riferimenti e “palestre” di allenamento olimpico in vista del Torbole 2019 RS:X World Championship in programma al Circolo presieduto da Armando Bronzetti nel mese di settembre. La squadra azzurra, già presente il mese scorso, sarà impegnata sul Garda in più sessioni di allenamento con i rispettivi tecnici di categoria della FIV – Federazione Italiana Vela: questa settimana dal 17 al 21, per poi tornare dal 24 al 28 giugno, sia con le squadre maschili, che femminili. Tra i windsurfisti convocati oltre al portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna (tra gli youth), Giorgia Speciale ITA-1, Marta Maggetti, Flavia Tartaglini, Daniele Benedetti, Mattia Camboni, Carlo Ciabatti, Luca di Tomassi, Matteo Evangelisti, i migliori del panorama nazionale. Ma Torbole in questi mesi estivi è un vero e proprio centro internazionale della tavola olimpica e non mancano tantissimi atleti stranieri come quelli delle squadre USA, Messico, Olanda (con il due volte campione olimpico Dorian van Rijsselberghe), Repubblica Ceka, Brasile, Spagna, Ungheria, Nuova Zelanda, Cina, Francia, Polonia, presenti in questi giorni e ospiti al Circolo. Il mondiale (dal 22 al 28 settembre) per molti atleti e nazioni sarà decisivo per le convocazioni finali olimpiche di Tokyo 2020.
 
Ma non è finita qui perchè il prossimo week end le atlete TOP 40 al mondo della ranking RS:X, disputeranno la “coach race”, un allenamento/regata organizzata dagli allenatori delle varie rappresentative. Ancora una volta il Circolo Surf Torbole grazie alle condizioni di vento sul Garda Trentino, ma anche alle innumerevoli possibilità di allenamenti alternativi come bici, corsa, trakking, è riferimento d’eccellenza del windsurf internazionale, in questo caso olimpico. Ma in questi giorni in acqua ci sono anche molti campioni della disciplina Slalom, che si stanno allenando per la RRD One Hour Classic 2019 in programma a fine mese!
testi: Elena Giolai©CST

Circolo Surf Torbole internazionale

Circolo Surf Torbole internazionale con squadre da mezzo mondo in allenamento in vista del mondiale di settembre della tavola olimpica RS:X

Arrivato anche il britannico Dempsey (due argenti olimpici e un bronzo)

Bruno Martini in Corea vince uno slalom della Coppa del Mondo PWA

La stagione entra nel vivo e sul Garda Trentino non sono solo le regate, motivo di “turismo sportivo”. Al Circolo Surf Torbole, infatti, in vista del Mondiale della tavola olimpica RS:X in programma dal 23 al 29 settembre prossimo, è un via vai di squadre che vengono a Torbole per allenarsi e conoscere il campo di regata, che deciderà le sorti per molti atleti, che saranno selezionati o meno alle Olimpiadi di Tokyo. Ed è così che in questo mese di maggio atleti in rappresentanza di Cina, Giappone, Hong Kong, Italia, Grecia, Cipro, Svizzera, Francia, Perù rendono davvero internazionali le acque del Garda, che -sempre in vista del decisivo mondiale di classe prima di Tokyo 2020-, hanno visto l’arrivo anche del plurimedagliato olimpico britannico Nick Dempsey, atleta con al collo due argenti (Londra 2012 e Rio 2016) e un bronzo (Atene 2004). 

Al Circolo Surf Torbole si respira dunque un’aria molto internazionale e sicuramente dal sapore olimpico, che nei prossimi mesi diventerà sempre più adrenalinica e tesa. Ma l’internazionalità del Circolo Surf Torbole è rappresentata anche dai propri atleti, che portano il guidone del circolo presieduto da Armando Bronzetti, in giro per il mondo e sempre come sinonimo di eccellenza. Ed è così che Bruno Martini, ambassador del Garda Trentino nel mondo professionistico del windsurf, porta buone notizie dal Sud Corea: nella tappa slalom del PWA (Professional Windsurfing Association) World Tour Windsurfing di Ulsan, ha vinto la “eliminaton 2” slalom, dimostrando di essere lì, tra i più forti! La maturazione agonistica di Bruno comincia a dare dunque i primi, importanti segnali, che se affiancati dalla costanza dei risultati, faranno vedere le sue grandi potenzialità, trasformate sempre più in podi. Congratulazioni anche al vincitore della tappa overall sudcoreana Matteo Iachino Ita-140: una grande ITALIA sul tetto del windsurf mondiale PWA che potrà essere vista in azione in occasione della RRD One Hour Classic 2019 alla fine del prossimo mese, sempre sul Garda Trentino e al Circolo Surf Torbole.

testi: Elena Giolai©CST

Rassegna stampa:

PressMare >

RIW MAG >

365 giorni al Campionato del mondo RS:X, windsurf olimpico a Tokyo 2020

Al Circolo Surf Torbole si è già proiettati a settembre 2019 per accogliere i “probabili olimpici” delle tavole a vela, alcuni dei quali avranno una delle ultime chance per qualificare alle Olimpiadi la propria nazione sulle acque del Garda Trentino

Siamo ad 1 anno esatto dal Campionato del mondo della classe Olimpica di Tokyo 2020, la tavola “Neil Pryde RS:X”, evento in programma al Circolo Surf Torbole dal 22 al 28 settembre 2019. Un mondiale RS:X, che si riproporrà sul Garda Trentino dopo 13 anni dal suo primo Campionato iridato del 2006, quando la tavola RS:X ereditò lo status a 5 cerchi dal Mistral One Design, tavola olimpica monotipo fino ad Atene 2004. Allora, per l’olimpionica e attuale vice-presidente del CONI Alessandra Sensini, fu un mondiale esplorativo, ma, vincendolo, decise di tornare alle regate olimpiche su questa tavola, che le valse poi la medaglia d’argento a Pechino 2008. L’edizione di Torbole sarà particolarmente interessante e sentita, perchè organizzata nell’anno pre-olimpico, stagione in cui moltissimi atleti si giocano l’ultima chance ufficiale per la partecipazione della propria nazione a Tokyo 2020, nonchè qualifica personale in base ai vari trials nel caso di nazioni già qualificate come l’Italia.
Al Circolo Surf Torbole dunque l’onore di aver aperto l’era olimpica della classe RS:X nel 2006 e di chiuderla, almeno nella sua valenza di selezione olimpica 2020. La manifestazione infatti, per quelle nazioni non ancora qualificate, varrà come ultima principale selezione per Tokyo 2020 così come indicato dalla Federazione Internazionale “World Sailing”. L’Italia è già qualificata grazie a Marta Maggetti tra le femmine e Mattia Camboni tra i maschi, che ad agosto hanno centrato l’obbiettivo al mondiale di vela a classi unificate, valido come prima qualifica (finiti rispettivamente settima e sesto).
Il Garda Trentino, già palestra per moltissimi velisti e windsurfisti, nel 2019 diventerà così meta di riferimento per gli atleti della tavola a vela che sognano i 5 cerchi: molte squadre nazionali frequenteranno il Circolo Surf Torbole per prepararsi all’appuntamento di settembre che deciderà le sorti di molti; naturalmente tutto il direttivo, i soci e lo staff tecnico è pronto ad accogliere i tanti campioni, che nei prossimi mesi si prepareranno per questo mondiale pre-olimpico.

[mk_blockquote style=”line-style” font_family=”none”]

“Il 2019 sarà una stagione particolarmente impegnativa“ – ha commentato il presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti – non solo per la quantità di appuntamenti, ma soprattutto per il livello tecnico agonistico, nonchè sportivo. Ospitare un mondiale RS:X nell’anno pre-olimpico è impegnativo, ma anche delicato: qui si giocheranno la qualifica per il proprio paese i restanti stati non ancora qualificati per Tokyo e dovremo offrire la massima professionalità in acqua e a terra, per mettere nelle migliori condizioni possibili atleti e coach, che dovranno affrontare l’appuntamento con serietà, ma al tempo stesso serenità”. [/mk_blockquote]

testi: Elena Giolai©CST

Assegnato al Circolo Surf Torbole il Mondiale assoluto della tavola olimpica RS:X del 2019

Grande soddisfazione anche di Alessandra Sensini, che nel 2006 vinse proprio a Torbole la primisssima edizione dell’allora nuova tavola olimpica RS:X

[mk_blockquote style=”line-style” align=”left”]The RS:X 2019 World Championships have been awarded to Lake Garda, Torbole! Two classic windsurfing venues will make for some awesome events! Thanks also to Sochi (Russia) and Tianjin (China) for putting bids in and we hope we can visit you in the future![/mk_blockquote]

Questo il post con cui la classe RS:X – tavola olimpica da Pechino 2008 e confermata almeno fino a Tokio 2020 – ha annunciato ufficialmente l’assegnazione del Mondiale 2019 all’Italia e al Circolo Surf Torbole in particolare! Una notiziona dato che è stata assegnato nell’anno pre-olimpico, solitamente il più combattuto dell’intero quadriennio.

[mk_blockquote style=”line-style” align=”left”]Ci è arrivata la notizia direttamente da Enoshima-Giappone dove stanno per iniziare i Mondiali RS:X assoluti – ha commentato elettrizzato il presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti – Dopo il mondiale giovanile RS:X organizzato quest’anno, siamo riusciti a riportare a Torbole e sul Garda Trentino il mondiale assoluto, così come avvenne nel 2006 in cui si disputò la primissima edizione, a seguito del cambio di tavola olimpica avvenuta dopo Atene 2004, dal Mistral One Design all’RS:X appunto. Un’edizione, quella di 11 anni fa, che vide il ritorno strepitoso alle regate di Alessandra Sensini dopo l’argento Olimpico di Atene, che le valse il primo oro iridato della storia della nuova tavola olimpica RS:X.[/mk_blockquote]

E proprio Alessandra Sensini, attuale Direttore tecnico giovanile per la FIV Federazione Italiana Vela e vicepresidente CONI, ha così commentato l’assegnazione del mondiale a Torbole:

[mk_blockquote style=”line-style” align=”left”]Quella del 2006 è stata una delle vittorie a cui tengo di più perchè conquistata in casa, davanti ai miei tifosi, amici, giornalisti italiani. Una vittoria speciale, perchè vincere in casa è sempre difficile per la pressione che c’è. A 13 anni da quella vittoria sarà un piacere nel 2019 tornare a Torbole per un altro Mondiale RS:X, anche se in una veste diversa; per i nostri atleti sarà una grande opportunità da sfruttare al meglio: sia tra i maschi che tra le femmine siamo ai vertici delle classifiche mondiali, quindi questo campionato -ad un solo anno dalle Olimpiadi di Tokio- sarà un’ottima occasione per mettersi in evidenza.[/mk_blockquote]