Una storia sportiva, che sembra una bella favola

Al Circolo Surf Torbole accadono storie, che sembrano favole

Nicolò, figlio d’arte di Vasco è partito per le Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires. La sorella Sofia, vincendo con gli altri atleti del Trentino i test di efficienza motoria al Trofeo CONI Kinder + Sport di Rimini, vince anche il viaggio per andare a seguire le stesse Olimpiadi a cui partecipa il fratello nella disciplina windsurf Techno Plus

È quando ti arriva il “corredino” del CONI Italia Olympic Team, che ti rendi conto che il sogno ormai è realtà ed è ora di far sognare i propri amici, parenti, compagni di squadra, tifosi dando il meglio di te stesso e, possibilmente, centrare l’obbiettivo conquistando quella medaglia per cui tanto ti sei allenato e sacrificato. E così è arrivato anche il momento di Nicolò Renna, che con la squadra azzurra FIV è partito in divisa Italia Olympic Team, destinazione Buenos Aires, terze Olimpiadi Giovanili della storia, dopo Singapore e Nanchino (Cina). Ed è la prima volta che un atleta del Circolo Surf Torbole raggiunge una partecipazione olimpica, riportando il Garda Trentino al centro del mondo windsurfistico, anche nelle regate giovanili di massimo livello come l’Olimpiade, dopo i tanti mondiali organizzati, disputati e vinti. Merito anche della squadra che si è creata al Circolo Surf Torbole grazie all’impegno e alla professionalità del coach Dario Pasta, che dopo aver qualificato nel 2014 a Nanchino la siciliana Giulia Alagna nella sua Palermo per il circolo Albaria, ha centrato nuovamente l’obbiettivo questa volta con Nicolò, a Torbole.

Armando Bronzetti:

Domenica al circolo, ho salutato Nicolò con gli occhi lucidi, ma con tanta gioia nel cuore. Lui si merita questa partecipazione per l’impegno, la voglia e la passione che da quando aveva pochi anni ha sempre coltivato. Spero riesca a fare un bel risultato, però questo é già un risultato. A tuono Nico!

Quella della famiglia Renna sembra una bella favola, che riempie il cuore di gioia, dato che oltre ad una tradizione che prosegue dopo che papà Vasco ha fatto da pioniere sia come windsurfista, che come scuola specializzata tra le più famose in Europa, è arrivata anche la ciliegina sulla torta con l’Olimpiade Giovanile e non solo, perchè ci ha messo del suo anche la sorella Sofia per fare di questa storia sportiva una bellissima favola. Sofia, la minore dei 4 fratelli Renna, 15 giorni fa partecipando a Rimini al Trofeo CONI Kinder + Sport nella disciplina tavole a vela, ha partecipato anche ai giochi di efficienza motoria insieme agli altri atleti del Comitato Provinciale CONI Trento, vincendoli: premio in palio il viaggio a Buenos Aires proprio per assistere alle Olimpiadi Giovanili e quindi la possibilità di vedere e sostenere anche il fratello! Nicolò, dopo un periodo di riposo per riprendersi dall’intensissima stagione agonistica, è pronto ora per affrontare il momento più importante della sua vita sportiva, che lo vedrà impegnato in regata sul Techno Plus dal 7 al 12 ottobre, giorno in cui al Club Nautico San Isidro, sul Rio de la Plata, saranno assegnate le medaglie per le tavole a vela.
Insieme al windsurf ci sarà anche il Kite femminile e il multiscafo misto Nacra 15, con impegnato al timone l’altro atleta trentino Andrea Spagnolli, cresciuto tecnicamente sempre sulle acque del Garda Trentino e da bambino tra le fila della squadra Optimist della Fraglia Vela Riva. Un successo anche per la XIV Zona FIV-lago di Garda, che schiera dunque due atleti a Buenos Aires.

Dove seguire tutti gli aggiornamenti di Nicolò e tutti gli atleti: https://www.buenosaires2018.com

https://www.buenosaires2018.com/sports/0a8d11f1-b9bf-4af0-a173-466a81794d45?lng=it

TESTO: Elena Giolai ©CST

RASSEGNA STAMPA

RIW MAG >>
NAUTICA >>
PRESSMARE >>

Start typing and press Enter to search